Quantcast

Rider senza mance all’attacco dei vip taccagni: Fedez e Platinette infuriati

Rider senza mance all’attacco dei vip taccagni. Nella blacklist sono finiti il celebre rapper pluritatuato Fedez e l’opinionista tv Platinette. Deliverance Milano è un collettivo di rider, ossia i fattorini che fanno le consegne del cibo, che ha deciso di rivelare una lista di personaggi più o meno famosi che ordinano regolarmente pranzo o cena, noti per avere il braccino piuttosto corto.

“Questa è la nostra blacklist, un elenco di tutte le star e i vip che regolarmente ordinano con le app e non lasciano la mancia a nessun fattorino, nemmeno in caso di pioggia! – si legge sul profilo Facebook di Deliverance Milano – In questa lista compaiono attori, presentatori, cantanti, calciatori, sportivi, musicisti, rapper e influencer“.

La blacklist dei vip taccagni stilata dai rider

DJ Albertino
Teo Mammucari
Fedez
Chiara Ferragni
Andrea Musacco (calciatore)
Cristian Abbiati (ex calciatore)
Paolo Cannavaro (ex calciatore)
David Moss (cestista)
Danilo D’Ambrosio (calciatore)
Noyz Narcos (rapper)
Marracash
Salvatore Aranzulla (imprenditore)
Alessandro Gentile (cestista)
Leonardo Bonucci (calciatore)
Fabio Rovazzi
Mauro Icardi
Wanda Nara
Matteo Sarzana (General Manager Italy di Deliveroo)
Gianluca Cocco (amministratore delegato di Foodora Italia)
Matteo Pichi (Country Manager di Glovo Italia)
Gonzalo Higuain (calciatore)
Philippe Mexes (calciatore)
Clementino
Rocco Hunt
Platinette

Le repliche di Fedez e Platinette

Il marito di Chiara Ferragni ha replicato su Instagram Story: “Aldilà dell’infondatezza della notizia, parlano tutti di lotta di classe 2.0 – ribatte il rapper, – ma le mance sono il non plus ultra dello sfruttamento del capitalismo. E le liste di proscrizione sanno di fascio”. Per poi sottolineare: “In America le mance sono obbligatorie perché il datore di lavoro ti può pagare di meno e se il cliente non dà la mancia causa un danno. Peccato, – ha aggiunto il cantante, – che questo sia il modo meno sindacalizzato e tutelato per lavorare. La tua sopravvivenza di lavoratore non può essere garantita dal cliente perché rischi di fare una vita di m… E non capire questo e spostare l’attenzione sulle mancette è la cosa meno di sinistra e meno lotta di classe possibile, è stupido”.

Platinette, all’anagrafe Mauro Coruzzi, ha dichiarato a Il Corriere della Sera che non lascia la mancia “perché è compresa nel prezzo. Non credo spetti ai vip – ha spiegato – occuparsi dell’economia del rider, che magari pensa che sono un ciccione bavoso che ordina cibo compulsivamente, non sapendo che soffro di una malattia grave come la bulimia“. Dopo che il suo nome è finito nella lista nera dei fattorini, Platinette ha assicurato di aver cancellato dallo smartphone tutte le app per le consegne di cibo a domicilio.