Quantcast

Rita Dalla Chiesa e lo scivolone sul Coronavirus: “Quest’estate non andate a Ischia”

Rita Dalla Chiesa è finita al centro delle polemiche e delle critiche in Rete per un suo post social in cui ha invitato la gente a non andare in vacanza ad Ischia questa estate in seguito al video folle di una singola cittadina dell’isola che si era resa protagonista di un gesto eclatante e ridicolo al porto, quando aveva accolto al grido di “vergogna” alcuni bus di turisti provenienti dalla Lombardia e dal Veneto.

La giornalista e conduttrice tv ha scritto su Twitter: “Ma la signora di Ischia???? Amici del Nord ci sono tanti di quei posti belli in Italia che possiamo vivere anche se non andiamo a Ischia. Ricordiamocelo soprattutto per le vacanze estive. Anche se non è giusto che per colpa di una fuori di testa paghino anche gli altri”.

Le frasi di Rita Dalla Chiesa hanno scatenato un vespaio di polemiche in Rete. Napoletani e ischitani in primis hanno rimproverato alla conduttrice un’uscita considerata improvvida soprattutto perché legata al gesto di una singola cittadina in preda alla psicosi e panico generale. Errare è umano, ma generalizzare ed enfatizzare un caso isolato soprattutto se si è un personaggio pubblico è diabolico. Non si possono lanciare questi messaggi fuorvianti e discriminatori soprattutto in un periodo di emergenza ed epidemia.

Infatti alcuni turisti veneti avrebbero disdetto la prenotazione di un viaggio per la prossima primavera perché “risentiti dall’atteggiamento razzistico dell’isola”.

“Nessuna discriminazione razzistica, l’isola è votata da sempre all’accoglienza – ribatte il sindaco Enzo Ferrandino – e la nostra intenzione era ed è esclusivamente quella di tutelare il diritto alla salute di isolani e turisti. Quanto al post di Rita Dalla Chiesa, non possiamo che sorprenderci per le sue parole e invitarla presto a Ischia per farle toccare con mano il nostro millenario spirito di accoglienza”.