Quantcast

Roberta Bruzzone infuriata su Facebook: “Non è mio costume frequentare locali per sole donne”

Roberta Bruzzone è infuriata! La 43enne criminologa più famosa e popolare d’Italia è molto arrabbiata e agguerrita. La sexy criminologa Roberta Bruzzone, che fa impazzire tanti uomini ma anche tante donne, ha pubblicato un lungo post sulla sua pagina Facebook in cui ha annunciato di aver sporto querela contro un sito per gravissimi danni alla sua onorabilità professionale. Ma che cosa è successo?

Roberta Bruzzone – Foto: Facebook

Ecco cosa ha raccontato Roberta Bruzzone ai suoi fan su Facebook: “In considerazione della gravità e totale falsità di quanto pubblicato dalla pagina Caffeina […] ho già incaricato i miei legali per agire in tutte le debite sedi […] Non è mio costume frequentare locali per sole donne. Tale circostanza è completamente falsa. Si tratta di una pura invenzione suscettibile di recare gravissimi danni alla mia onorabilità professionale. Non sono mai stata in un locale di questo genere, né ora né mai in passato. Il riferimento a presunti bene informati secondo cui sarebbe accaduto di tutto è degno di un episodio psicotico allucinatorio. Vi informo che ho dato mandato ai miei avvocati per tutelarmi in tutte le debite sedi nei vostri confronti”.

Per poi concludere: “Dagospia non ha mai scritto che io fossi in un locale lesbo a fare chissà che cosa. Affermare che io sia un’icona gay (circostanza che non trovo assolutamente offensiva) è cosa ben diversa da inventare una circostanza che mi colloca in un locale in atteggiamenti equivoci”.