Quantcast

Rompiamo il silenzio sulla violenza: la campagna a favore di donne e bambini

Rompiamo il silenzio sulla violenza è la campagna a favore di donne e bambini del Maiorano Magazine. Purtroppo sono davvero tantissime le vittime quotidiane di violenze sessuali, fisiche, psicologiche e morali. Tanti casi di femminicidio, stalking, mobbing e pedofilia, anche nel mondo della Chiesa Cattolica, che riempiono le pagine dei giornali e diventano oggetto di analisi e discussione nei salotti tv di Rai, Mediaset e Sky. La strada per debellare e annientare questi mali è ancora tutta in salita… Basti pensare che soltanto nei primi 9 mesi del 2017 sono state ammazzate 84 donne secondo i dati aggiornati e diffusi dalla Polizia sugli omicidi volontari. Il rapporto Eures ha rivelato che in 10 mesi sono state uccise 114 donne. Il rapporto uomo-donna è ancora malato e può pericolosamente degenerare.

Abuso di potere – Foto: Luigi Scaringello

Proprio per contrastare ogni forma di violenza e abuso, il Maiorano Magazine del giovane fashion creator ed esperto di moda pugliese Vincenzo Maiorano ha lanciato una campagna contro il silenzio e a favore delle donne e dei bambini. Le immagini piuttosto forti sono state realizzate da Luigi Scaringello.

Campagna contro il silenzio – Foto: Luigi Scaringello

“Donne che subiscono continue violenze domestiche, bambini che terrorizzati, nascondono segni di abuso – scrive Vincenzo Maiorano sul magazine-, persone che hanno paura di parlare, di raccontarsi, per non essere giudicate, ragazzi che pongono fine alla propria vita per via di immagini che hanno fatto il giro del mondo attraverso il web. Che sia il proprio uomo – continua il fashion creator barese -, un amico, un sacerdote o forze dell’ordine, NON deve esserci più il silenzio. Oggi come oggi, è necessario testimoniare, raccontarsi e sopratutto farsi aiutare”.

Violenza domestica – Foto: Luigi Scaringello

Bisogna denunciare subito ogni abuso, ma sono tante le associazioni che difendono le donne vittime di violenza che chiedono a gran voce la certezza della pena e leggi più severe nei confronti dei violentatori.