Quantcast

Ronn Moss è nel cast del Grande Fratello Vip?

Ronn Moss è nel cast del Grande Fratello Vip? Nei giorni scorsi si era spettegolato molto sulla presenza di una star di rilievo internazionale nella Casa del GF Vip. Ora il sito di informazione svizzero Bluewin.ch ha rivelato che sarà proprio il mitologico e indimenticabile Ridge Forrester della fortunatissima e amatissima soap opera di Canale 5 Beautiful a partecipare come concorrente alla prima edizione del reality show di Canale 5 che andrà in onda in prima serata a partire dal 19 settembre e sarà presentato dalla storica presentatrice tv de Le Iene Ilary Blasi.

Ronn Moss - Foto: Facebook
Ronn Moss – Foto: Facebook

Nel recente passato Ronald Montague Moss, conosciuto come Ronn Moss, aveva già preso parte come concorrente a un programma della tv italiana. Il 64enne attore, musicista e cantante statunitense aveva partecipato al programma tv di Raiuno Ballando con le stelle 2010, classificandosi al secondo posto. Le sue fan stanno già facendo salti di gioia e non vedono l’ora di vederlo nella Casa più spiata d’Italia!

Per quanto riguarda i concorrenti ufficiali del Grande Fratello Vip, il settimanale di gossip Chi ha già svelato diversi nomi: le due ex star del Bagaglino Valeria Marini e Pamela Prati, l’ex calciatore della Sampdoria Stefano Bettarini, l’ex showgirl di Non è la Rai Antonella Mosetti con la figlia Asia Nuccetelli, il re dei tronisti di Uomini e Donne Costantino Vitagliano, il pugile campano Clemente Russo e la bellissima conduttrice di Mistero ed ex modella Elenoire Casalegno.

Nelle ultime ore si è autocandidato anche il giornalista, opinionista, sondaggista, pubblicitario e imprenditore italo-svizzero Klaus Davi, che è stato di recente vittima di insulti omofobi e minacce ad opera di alcuni affiliati reggini della ‘Ndrangheta, tra cui un trafficante d’armi già condannato in primo grado per associazione mafiosa. Klaus Davi ha dichiarato ad Affaritaliani: “Sono pronto ad andare al Grande Fratello Vip se mi fanno parlare della criminalità organizzata in prime time. Sono tutt’altro che demotivato”. Dopo le pesanti minacce subite alla luce della lettera inviata al giovane Tegano, il giornalista e massmediologo ha aggiunto: “La cosca è stata indicata da sentenze definitive come ala militare della ‘Ndrangheta reggina, che da anni è considerata quella dominante in Calabria. In parole povere sono quelli che uccidono e decidono chi uccidere. Quando passano loro, in Calabria, la gente abbassa il tono di voce e lo sguardo. I giovani Tegano non girano mai soli, sono scortati da amici. Non ho mai detto fosse mafioso. Ho semplicemente scritto a Giovanni perché attaccava i testimoni di giustizia e i poliziotti in modo volgare. E gli ho suggerito di prendere un libro e studiare, invece di propagandare l’ignoranza e la pigrizia, come faceva impunemente sul suo profilo pubblico. A 20 anni perché tanto odio per lo Stato? Sono certo che a Giovanni siano state raccontate cose sbagliate. Ho conosciuto anche suo padre nei miei sopralluoghi ad Archi – ha proseguito -, il signor Bruno. Con il quale ho avuto anche scambi di battute. Quando vado a Reggio bevo puntualmente il caffè nel bar di Bruno Tegano e sono stato sempre trattato con cortesia. Spero di poter continuare a farlo”. Esprimiamo anche noi massima solidarietà e stima al collega Klaus Davi.