Quantcast

Rosy Maggiulli pro Sicignano e Stacchio: “Le istituzioni italiane sono a favore dei delinquenti”

Rosy Maggiulli ha attaccato duramente le istituzioni italiane e ha espresso pubblicamente la sua solidarietà al pensionato Francesco Sicignano e al benzinaio Graziano Stacchio in un durissimo comunicato stampa pubblicato sulla sua seguitissima pagina Facebook. Dopo la provocazione social #escile, Rosy Maggiulli affronta un tema molto delicato che scatena sempre aspre e durissime polemiche con l’opinione pubblica che preme per leggi più severe e pene certe nei confronti dei delinquenti, anche se alla fine per cavilli giudiziari e sentenze alquanto discutibili e vergognose i criminali sono sempre in libertà.

Rosy Maggiulli - Foto: Facebook
Rosy Maggiulli – Foto: Facebook

La bollente showgirl Rosy Maggiulli ha dichiarato: “Sono solidale col signor Sicignano, ultima vittima in senso temporale di un lungo elenco di persone aggredite, molestate e violate nella loro intimità, di persone oneste, da delinquenti (molto spesso stranieri) pronti a tutto per poche decine di centinaia di euro. Si tratta di un lungo elenco, iniziato con la vicenda del benzinaio Stacchio, a mio dire un eroe per il fatto di essersi esposto in prima persona (oggi, purtroppo davvero un’eccezione) per difendere la commessa del gioielliere amico, già bersagliato da furti e rapine. Ebbene – sottolinea la soubrette della Dive e Star Production di Federico De Vincenzo – è venuto il momento di dire basta”.

La sensuale e affascinante soubrette ha proseguito: “Un basta contro quei criminali che pensano di venire in Italia a delinquere, pensando di farla franca, un basta nei confronti delle istituzioni che, sempre più spesso danno l’impressione di essere a favore dei delinquenti, piuttosto che degli italiani. Tengo, una volta per tutte, ad approfittare della mia visibilità per ribadire, a nome di tutti gli italiani, che, come ribadisce l’articolo 3 della Costituzione (principio di uguaglianza) condizioni diverse vanno disciplinate in modo diverso”.

L’ex gieffina ha puntualizzato: “Mi spiego: se una persona ha una soglia del rischio talmente alta, e della dignità talmente bassa e spregevole, da introdursi nell’intimità della dimora altrui, per compiere un furto, è bene che venga giudicata secondo canoni diversi rispetto a quelli che disciplinano il comportamento della maggioranza degli italiani, che mai (a meno di grandi fortune) si insinuerebbero nelle abitazioni altrui, senza sapere l’entità del possibile bottino. Il mio non è un discorso razzista, quanto un appello alle istituzioni italiane a farsi portatrici delle istanze e delle richieste degli italiani, popolo fiero e onesto, oggi sempre più vittima di delinquenti che vedono l’Italia come nazione da depredare confidando nell’impunità. E’ ora di prendere provvedimenti normativi – conclude Rosy Maggiulli – oppure consentiamo agli italiani di armarsi e difendersi da soli”.

Il comunicato stampa è stato corredato da un servizio fotografico super sexy realizzato da Luigi Vetrucci in cui l’ex concorrente del GF appare in tanga con un cappello e una maglia militari pronta a difendersi dai delinquenti!