Quantcast

Scandalo pedofilia: l’arcidiocesi di Washington DC pubblica i nomi di 31 preti accusati di abusi sessuali

Scandalo pedofilia nella Chiesa Cattolica americana. Dopo che Papa Francesco ha accettato le dimissioni dell’arcivescovo di Washington DC, lo stesso Donald Wuerl ha pubblicato i nomi di 31 preti accusati di abusi sessuali su minori.

Cardinale Wuerl – Foto: Tgcom24.mediaset.it

Ben 17 preti indicati nel report pubblicato sul sito dell’Arcidiocesi di Washington DC sono morti e dei 14 ancora in vita nove sono già stati condannati. I 5 che restano non possono più esercitare il ministero attivo.

Donald Wuerl era finito al centro dello scandalo internazionale negli ultimi mesi per come aveva gestito casi di abusi sessuali all’interno della Chiesa cattolica quando era arcivescovo di Pittsburgh.

Lo scorso agosto la Corte Suprema della Pennsylvania aveva pubblicato un rapporto in cui accusava la Chiesa di aver insabbiato gli abusi sessuali commessi da più di trecento preti nel corso di 70 anni, convincendo le vittime a non denunciare le molestie subite e le forze dell’ordine a non investigare. Nel rapporto il nome di Wuerl compare più di 200 volte.

Lo scandalo pedofilia nella Chiesa Cattolica

L’11 settembre della Chiesa Cattolica, come ha dichiarato Padre Georg in merito ai tantissimi casi di pedofilia denunciati e insabbiati, sta facendo tremare il Vaticano. I casi di preti e vescovi pedofili giungono da ogni parte del pianeta. Denunce e accuse gravissime e pesantissime nei confronti di preti e vescovi pedofili stanno emergendo in questi ultimi tempi con grande eco mediatico in tutto il mondo, un po’ meno in Italia. In Cile è stata pubblicata la lista dei preti pedofili. Lo stesso dicasi in Germania e ora anche negli USA.