Quantcast

Selvaggia Lucarelli condannata per diffamazione: diede della trans a una miss

Selvaggia Lucarelli è stata condannata per diffamazione a causa delle sue affermazioni contro l’allora finalista del concorso nazionale di bellezza femminile più longevo e famoso del nostro Paese, Miss Italia, che si svolse a Salsomaggiore. In quell’occasione la mamma vip di Leon diede della trans all’aspirante Miss Italia 2010 Alessia Mancini in un post pubblicato sul suo blog: “La voce è più che insistente e io ve la spiffero in assoluta anteprima – aveva scritto la Lucarelli sul suo blog l’11 settembre 2010 – La storia che a Miss Italia ci sarebbe una concorrente trans in effetti pare sia vera. E il nome che gira è quello della numero 53, Alessia Mancini (omonima della nota showgirl), una tizia la cui altezza desta già qualche sospetto: è alta 1,84. La ragazza è operata, ha cambiato il suo nome all’anagrafe ed è stata eletta Miss Lazio il 23 agosto”.

Selvaggia Lucarelli - Foto: Facebook
Selvaggia Lucarelli – Foto: Facebook

Durante il processo la mamma vip e conduttrice radiofonica Selvaggia Lucarelli si era giustificata, sostenendo che usando l’espressione trans non intendeva dare “alla cosa un’accezione denigratoria o discriminatoria” e sottolineando che il suo riferimento era legato a una confidenza ricevuta da un collega giornalista.

Ora però i giudici hanno dato ragione all’aspirante Miss Italia! L’irriverente e combattiva blogger è stata condannata a un’ammenda di 500 euro e oltre al pagamento della sanzione penale l’irriverente opinionista tv e giornalista Selvaggia Lucarelli, accusata di diffamazione, dovrà anche liquidare un risarcimento danni pari a 5mila euro alla parte civile.