Quantcast

Selvaggia Lucarelli e Raoul Bova: lite furiosa dietro le quinte di Ballando con le Stelle

Selvaggia Lucarelli e Raoul Bova ai ferri corti. Lite furiosa dietro le quinte di Ballando con le Stelle 2018 durante l’ultima puntata del talent show vip di Raiuno. L’ha rivelato il giornalista Davide Maggio. L’opinionista tv e giurata di Ballando con le stelle ha confermato tutto. Ecco che cosa è successo!

L’ex direttora di Rolling Stone ha confidato a Davidemaggio.it: “Prima di entrare in studio sono passata un attimo al trucco e c’erano Bova e Rocío. Sono uscita subito, Bova mi ha seguita in corridoio dicendo che era venuto a Ballando con l’intenzione di dirmi delle cose in diretta. Non l’avevo mai incontrato nella vita, sono rimasta sorpresa. Ha iniziato a fare riferimento a un mio articolo ma non ricordavo nulla di quello che avevo scritto. Poi ho scoperto che era un pezzo del 2014 su Libero in cui commentavo la lettera che gli scrisse la ex suocera Anna Maria Bernardini de Pace. Gli ho detto che mi dispiaceva se era rimasto male, che però scrivo di tutto, è il mio lavoro”.

La blogger Selvaggia Lucarelli ha poi rivelato: “Ha iniziato a urlare che avevo scritto che non sa recitare, a insultarmi, io lo invitavo alla calma, ma purtroppo era fuori controllo, intimidiva fisicamente e verbalmente me e il mio fidanzato che gli chiedeva di calmarsi. Sono intervenute delle persone tirandolo per la maglietta. Poi è arrivata anche Rocío – ha proseguito Selvaggia -, decisamente più calma ma lui ha continuato a minacciare di farmela pagare in diretta. Davvero un episodio sconcertante. Non mi era mai capitato. Evidentemente non è una persona particolarmente equilibrata”.

Che cosa aveva scritto Selvaggia su Libero nel 2014? Ecco uno stralcio di quell’articolo che ha fatto infuriare il sex symbol del cinema italiano: “Hai recitato in Scusa se se ti chiamo amore e Scusa ma ti voglio sposare e mai uno Scusate se non so recitare… Non t’è venuto il sospetto d’essere un tantino cane neppure quando ti hanno fatto doppiare Bolt, un eroe a quattro zampe. (…). Se ti fossi aperto un ristorante come tutti i tuoi colleghi, al massimo la tua ex suocera ti avrebbe mandato i Nas”.

Ne siamo certi, il caso non finisce qui!