Quantcast

Selvaggia Lucarelli vs Clemente Mastella: la querelle continua

Selvaggia Lucarelli e Clemente Mastella sono ai ferri corti. Alcuni giorni fa la giornalista, blogger, opinionista tv e conduttrice radiofonica aveva scritto un pezzo per Il Fatto Quotidiano, che aveva condiviso anche sulla sua pagina Facebook, in cui aveva raccontato le sue recenti vacanze a Bangkok tirando in ballo le recenti elezioni amministrative 2016 a Benevento. “Se 18 milioni di persone all’anno ci vengono – aveva scritto la combattiva, ironica e tagliente opinionista tv Selvaggia Lucarelli – non sarà mica masochismo di massa. Se Bangkok è la città più visitata al mondo dopo Londra e New York ci sarà una ragione. Ve la dico io la ragione: è la stessa per cui Mastella è stato eletto sindaco a Benevento. Ovvero: libertà di voto e di viaggio concesse con troppa facilità. Io sequestrerei tessera elettorale e passaporto ad una buona metà del Paese”. Il sindaco Clemente Mastella ha annunciato che querelerà Selvaggia Lucarelli per tutelare il nome della sua città.

Selvaggia Lucarelli e Clemente Mastella - Foto: Facebook
Selvaggia Lucarelli e Clemente Mastella – Foto: Facebook

Anche i consiglieri comunali di opposizione di Benevento si sono schierati a favore dell’ex ministro della Giustizia nel Governo Prodi II e sarà proprio uno di loro a rappresentarlo legalmente.

La blogger, conduttrice radiofonica e giornalista Selvaggia Lucarelli ha informato i suoi fan della vicenda con un post condiviso sulla sua pagina Facebook: “Leggo che Mastella mi querelerà per aver scritto all’interno di un articolo satirico su Il Fatto (articolo su Bangkok per giunta) che sequestrerei la tessera elettorale a chi l’ha voluto sindaco a Benevento. Lo fa per la città di Benevento, per tutelare i suoi cittadini. Che eroe. Leggo anche che, in perfetto stile mastelliano, ha dato mandato al suo avvocato Vincenzo Sguera di rappresentarlo legalmente. Vincenzo Sguera, per la cronaca, è consigliere comunale dell’OPPOSIZIONE. Ecco. Io al posto dei cittadini mi farei due domande su un’opposizione che sta a libro paga del sindaco. Su questo dovreste tutelarvi, amici miei. Per il resto, ho una quinta, quindi di spazio per le medaglie sul petto ne ho parecchio, per fortuna”.

Vincenzo Sguera ha però smentito tutto. Il consigliere comunale d’opposizione in quota Benevento Popolare ha precisato alla stampa: “A tal riguardo, mi preme evidenziare che non mi è stato conferito e dunque non ho accettato, alcun mandato professionale in relazione alla suindicata vicenda, ferma restando la condivisione della posizione del sindaco, in proprio e quale rappresentante dei cittadini tutti, nonché della sua scelta di procedere penalmente nei confronti della signora Lucarelli”.

Ma la guerra continua… Un giornale web locale di Benevento, Ottopagine.it, ha pubblicato un articolo con un titolo sessista: “La blogger tettuta sfida Mastella: querelami…”. La mamma vip di Leon ha espresso tutto il suo sdegno e sgomento su Facebook: “Se fossi un cittadino di Benevento, mi sentirei profondamente offeso dai titoli dei quotidiani locali. Una vergogna”.

Selvaggia Lucarelli - Foto: Facebook
Selvaggia Lucarelli – Foto: Facebook

Il caso non finisce qui!