Quantcast

Serie A: il Napoli si salva, l’Inter non punge

Continua l’agonia per l’Inter di Ranieri che non riesce più a vincere in casa. Dopo l’eliminazione dalla Champions League ci si aspettava una reazione rabbiosa da parte dei campioni nerazzurri che però sono stati fermati sullo 0-0 dall’Atalanta di Colantuono. Eppure i nerazzurri hanno avuto la possibilità di passare in vantaggio grazie ad un rigore che però Milito non è riuscito a segnare. Secondo errore consecutivo dal dischetto per l’attaccante argentino, anche lui ieri è sembrato fin troppo stanco ed estraneo dal gioco. Un punto che non può essere considerato positivo, visto che ormai la pazienza dei tifosi nerazzurri è arrivata ad un limite.

Moratti, dopo aver visto un primo tempo alquanto scialbo, ha poi deciso di lasciare la tribuna d’onore. E’ chiaro che il presidente debba ora lavorare bene per la prossima stagione, un altro anno del genere non verrà accettato dai tifosi. Si anima invece la lotta per il terzo posto valido per la Champions League. Nel posticipo di ieri sera tra Udinese e Napoli abbiamo assistito ad un bello spettacolo, con gli uomini di Mazzarri che hanno reagito sul 2-0 dei friulani.

Complice anche un’espulsione piuttosto generosa nei riguardi di Fabbrini, gli azzurri hanno preso poi il pallino del gioco in mano dopo aver subito il secondo gol di Di Natale e Cavani, dopo aver sbagliato il rigore, si è subito rifatto siglando la sua personale doppietta. Un punto insomma che fa comodo ad entrambe, vista anche la sconfitta a Catania della Lazio.