Quantcast

Simone Di Matteo e Andrea Crimi omaggiano Fabrizio De André nel brano Racconto d’inverno

Simone Di Matteo e Andrea Crimi omaggiano Fabrizio De André nel brano Racconto d’inverno, il quarto singolo musicale da L’amore dietro ogni cosa, il primo libro al mondo ad essere divenuto un disco. L’irriverente scrittore, editore, autore tv e neo giornalista ha dichiarato: “Con Andrea Crimi omaggio Fabrizio De André, ma non pensate che cantando voglia assomigliare a nessuno, specialmente a tutti quei prezzemolini televisivi che amano reinventarsi in tutto ciò che va al di la della loro stessa portata. Come chi? Non ti viene in mente nessuno?”.

L’ex concorrente del reality show Pechino Express, Simone Di Matteo, ha poi proseguito: “Sto parlando di Giacomo Urtis, quel chirurgo che, visti i risultati dei suoi interventi estetici, a mio avviso dei veri e propri disastri di bellezza, e non sto citando il programma televisivo in onda su realtime, ha deciso di buttarsi sulla musica sfornando un tormento dietro l’altro, di Daniela Martani, quella che mille ne fa e nemmeno mezza le riesce, di Francesco Nozzolino che tra zucchine e pesci avrebbe fatto forse prima e meglio ad aprirsi un negozio di generi alimentari, di Federico Fashion Style il parrucchiere più famoso del piccolo schermo e il più chiacchierato delle gaystreet d’italia, di Dennis Dosio la creaturella di Barbara d’Urso che dalle comparsate nei salotti televisivi è sbarcata su Onlyfans, di Floriana Secondi e di tanti altri che come loro pur di restare sulla cresta dell’onda affogano in un mare di delusioni”.

Ha poi aggiunto: “Per carità, in questo vario e avariato mondo dello spettacolo, dove non esiste la meritocrazia, e si va avanti per raccomandazioni e opportune conoscenze, per non parlare delle botte di culo che se fossero state di fortuna non sarebbero costate tanto, c’è spazio per tutti, anche se un po’ più di buongusto e buonsenso non guasterebbe affatto”.

E poi ancora: “Si può essere un’infinità di cose senza poi doverne essere nessuna, ma lasciamo l’arte nelle mani di chi sa accarezzarla e donarla al pubblico con immenso rispetto. È bello aver prestato la mia voce per uno dei brani che più mi rappresentano, ho semplicemente lasciato incisa la mia essenzialità attraverso una narrazione che rimane fedele all’immagine che ho di me stesso, non ho certo avuto la pretesa di voler cantare. Il brano è, oltre ad essere un nuovo capitolo de L’Amore dietro ogni cosa in canzone, un nuovo capitolo della mia vita”.

SIMONE DI MATTEO SI RACCONTA A IGOSSIP.IT: INTERVISTA ALL’IRRIVERENTE DELLA TV

Per la prima volta, Simone si cimenta nella realizzazione di un brano musicale dividendo con Andrea Crimi, l’interprete del disco tratto dalla sua omonima raccolta antologica, l’intera performance, in una ballata dai toni medioevali, personale omaggio che L’irriverente scrittore ha voluto rendere al cantastorie genovese per l’affinità del brano con la poetica del Faber, facendosi narratore attraverso dei toni profondi che incidono solchi in chi ascolta.

Il videoclip prodotto da Modo Agency per la regia di Bruno Trombetta è ambientato in Liguria presso il Castello Parodi di San Cipriano, costruito i primi del XX secolo sul sito di una delle antiche torri di avvistamento poste a difesa della Val Polcevera.

L’attore Andrea Candeo, volto protagonista dei video ufficiali, questa volta si fa menestrello d’amore inseguendo una giovane cortigiana interpretata da Arianna Rosselli, ballerina ed insegnante di waacking.

Disponibile dal 3 giugno su tutte le piattaforme, nei migliori digital stores e in rotazione radiofonica, Racconto d’inverno, Andrea Crimi – Simone Di Matteo, in anteprima esclusiva per Novella2000, è l’ultimo dei brani estratti che compongono il discolibro L’amore dietro ogni cosa, progetto integralmente concepito dall’omonima opera dello scrittore e giornalista Simone Di Matteo che oggi, a distanza di sei anni dalla sua prima pubblicazione su carta, le parole che la compongono, assortite ad arte come in un negozio di cristalli preziosi, tornano a farsi musica omaggiando, con l’uscita di questa canzone, Fabrizio De André, uno dei più importanti, influenti e innovativi cantautori italiani.