Quantcast

Simone Rugiati parla della sua storia d’amore con Ahlam El Brinis

Simone Rugiati ha parlato della sua storia d’amore con la 22enne ballerina e modella marocchina Ahlam El Brinis alla rivista Intimità. Il famoso e popolare chef italiano ha scelto di tatuarsi una trottola sul braccio poiché questo tatuaggio rappresenta perfettamente il suo modo di essere. “La trottola gira così veloce che trova il suo equilibrio – ha detto Simone – Proprio come me, che, se sto fermo, divento matto”.

Simone Rugiati – Foto: Facebook

Lo chef Simone Rugiati si è soffermato sulla sua nuova love story: “In questo momento, sto un po’ per esplodere, perché avevo programmato una settimana di vacanza, ma l’ho saltata per stare con la mia fidanzata. Dopo Natale, però, non mi fermerà nessuno: avrò venti giorni liberi e me li godrò tutti. Insieme con Ahlam, naturalmente”.

Come si sono conosciuti? “Ci siamo incontrati una sera in un locale dove lei lavorava come ragazza immagine. Non ero dell’umore migliore, avevo da poco chiuso una storia e non volevo saperne di donne. Stavo lì a rimuginare sugli ultimi tre anni buttati via, quando mi sono accorto di lei. L’ho notata perché aveva un po’ il mio stesso atteggiamento, non sorrideva, non parlava con nessuno… È stata una cosa strana – ha osservato Rugiati -, come se, a un certo punto, fosse andata via la musica… Mi sono avvicinato e abbiamo fatto due chiacchiere. Ci siamo rivisti la settimana dopo, ma lei, all’inizio, non è che mi considerasse più di tanto… Sì, anche se tra noi c’è una bella differenza di età stiamo molto bene insieme. Ahlam mi dà sicurezza”.

E’ ancora un playboy incallito? “In passato ho fatto qualche disastro – ha ammesso Simone Rugiati – Non volevo legami e lo dicevo chiaramente, ma, poi, chissà perché, venivo sempre frainteso. Negli ultimi anni, invece, più che altro sono state le femmine a sciupare me. Mi sono dedicato a donne che non mi meritavano, che mi hanno ingannato. E se c’è una cosa che non sopporto sono proprio le bugie. Per questo ora – ha spiegato -, all’inizio, metto sotto pressione la ragazza che mi interessa, voglio sapere tutto di lei, capire che tipo è… Non voglio più rimanerci male”.