Quantcast

Star Wars e l’abbandono di David Benioff e D.B. Weiss

L’addio di David Benioff e Daniel Brett Weiss all’Universo di Star Wars sta sollevando polemiche e curiosità intorno alla trilogia che avrebbe esplorato l’origine dei cavalieri Jedi e della Vecchia Repubblica.

David Benioff e D.B. Weiss – foto hicomm.bg

Ormai è ufficiale. I due showrunner di Game of Thrones, Lucasfilm e Disney hanno sciolto l’accordo per la nuova trilogia di Star Wars.

Certamente Disney continuerà a mettere in cantiere progetti di Guerre Stellari dopo il capitolo finale Star Wars: L’ascesa di Skywalker, ma il futuro della saga cinematografica resta incerto.

Quello che sta facendo scalpore, però, sono i motivi dell’abbandono di Benioff e Weiss, a quanto pare non più imputabili ai nuovi progetti legati a Netflix.

I rumors evidenziano le difficoltà del duo creativo a far accettare le sue idee su una possibile trilogia prequel della saga alla Lucasfilm e il tentativo della major di tracciare delle linee di confine.

Stando a quanto riferito da Variety, quindi, le origini degli Jedi non erano nei piani della Lucasfilm, forse perché impaziente di superare le connessioni con i film firmati da George Lucas.

Ad ogni modo, Benioff e Weiss non sono stati licenziati come accaduto invece a Phil Lord e Chris Miller per il capitolo Solo: A Star Wars Story.

La conferma arriva dalla produttrice Kathleen Kennedy: “David Benioff e Dan Weiss sono narratori incredibili. Speriamo di coinvolgerli nei nostri prossimi viaggi quando saranno in grado di allontanarsi dalla loro impegnatissima agenda per concentrarsi su Star Wars”.

Ai fan non resta che valutare Star Wars: L’ascesa di Skywalker  in uscita a novembre e aspettare ulteriori notizie sul futuro della saga cinematografica.