Quantcast

Sting sulla truffa in Toscana: “Quando io e mia moglie abbiamo comprato casa siamo stati imbrogliati”

Sting ha confessato che quando lui e sua moglie Trudie Styler hanno comprato casa in Toscana, sono stati imbrogliati. Sarebbero infatti rimasti vittime di quello che si suol dire un vecchio trucco da osteria, ordito ai loro danni dall’allora proprietario, il duca Simone Vincenzo Velluti Zati di San Clemente. Il celebre cantante l’ha rivelato in un’intervista rilasciata a Sette del Corriere della Sera. Ha infatti parlato del retroscena legato all’acquisto della sua tenuta in Toscana, il Palagio, avvenuto ormai 25 anni fa.

Sting – Foto: Facebook

Il 69enne cantautore, polistrumentista e attore britannico, che ha esordito come membro dei Police per poi intraprendere una formidabile e ineguagliabile carriera solista di successo, ha raccontato: “Il duca Simone Vincenzo Velluti Zati di San Clemente, ci offrì un bicchiere di rosso da una caraffa durante la nostra visita al Palagio”.

Il celebre artista britannico Gordon Matthew Thomas Sumner in arte Sting ha poi continuato: “Stavamo trattando l’acquisto, la proprietà ci piaceva molto anche se era quasi in rovina. Il duca mi chiese se volessi assaggiare del vino della tenuta e io dissi di sì. Era un vino ottimo quindi mi convinse a comprare anche le vigne. Poi abbiamo capito che il duca ci aveva servito un Barolo e non un vino locale. L’abbiamo scoperto dopo un po’ di tempo, quando abbiamo servito ai nostri ospiti il vino della tenuta e ho visto che qualcuno vuotava il bicchiere nelle aiuole. Così abbiamo deciso di ‘vendicarci’ e di dimostrare che era possibile produrre del vino ottimo anche dai vigneti del Palagio”.+

Oltre ai nuovi vini, in questo periodo è stata anche creata una nuova canzone: “La stanza in cui compongo musiche e testi si trova proprio sopra al luogo in cui produciamo il vino. Le note e i profumi si incrociano. L’ispirazione sale dalle scale. E l’ispirazione scende dalle scale. Non ho la prova che la mia musica renda il vino migliore, e che il vino renda migliore la musica. Ma spero che sia così”.