Quantcast

Striscia la notizia, Fabio accusa Mingo: “Ha ingannato anche me”

Striscia la notizia e Fabio De Nunzio sono giunti ad un reciproco chiarimento che ha permesso loro di risolvere il contenzioso insorto. La notizia è stata diffusa dall’ufficio stampa del tg satirico di Canale 5 di Antonio Ricci in cui si precisa che nelle ultime settimane l’ex inviato pugliese Fabio De Nunzio ha spiegato di essere stato lui stesso ingannato dal suo ex compagno Domenico De Pasquale, che dapprima lo aveva tenuto all’oscuro della falsità di alcuni dei servizi trasmessi nel 2013. “Le indagini della Procura di Bari – si legge nel comunicato stampa – hanno confermato che Mingo e la moglie hanno operato unilateralmente, taroccando alcuni servizi in danno di Striscia e all’insaputa dello stesso Fabio”.

Fabio e Mingo - Foto: Facebook
Fabio e Mingo – Foto: Facebook

“Fabio, sia in pubblico che in privato, ha espresso dispiacere per l’accaduto – si legge ancora nel comunicato – rammaricandosi di non essersi accorto di nulla e smarcandosi finalmente dal suo vecchio socio. Alla luce delle risultanze investigative e della netta presa di distanza di Fabio, Striscia ritiene dunque di poter credere alla buona fede del suo ex-inviato, che dal canto suo ringrazia e conferma la sua stima per il lavoro di Striscia la Notizia”.

Mingo De Pasquale è accusato di truffa per 170mila euro ai danni di Mediaset. Due mesi fa la Procura di Bari ha chiuso le indagini su Domenico De Pasquale, sulla moglie Corinne Martino (ai due fa capo la società che aveva sottoscritto il contratto con Mediaset) e sulla segretaria della Mec Produzioni Srl. L’ex inviato di Striscia la notizia Mingo, la moglie Corinna e la segretaria avrebbero percepito un compenso per la realizzazione di 10 servizi televisivi mandati in onda dal Tg satirico di Mediaset fra il 2012 e il 2013 in cui denunciavano episodi di malaffare in realtà mai verificatisi, e facendosi anche rimborsare costi non dovuti per figuranti e attori.

La segretaria è accusata di favoreggiamento per aver mentito agli investigatori che indagavano sui falsi servizi trasmessi dal tg satirico di Antonio Ricci. Domenico De Pasquale e la moglie sono accusati a vario titolo di due truffe, simulazione di reato, falso, calunniadiffamazione ai danni degli autori del programma di Mediaset, da loro indicati in comunicati stampa e sui social come corresponsabili e ideatori dei servizi falsi.

Dopo tantissimi anni di sodalizio professionale è definitivamente scoppiata l’ex coppia di inviati del tg satirico di Antonio Ricci. La controreplica di Mingo non si è fatta attendere: “Questo cambiamento di rotta ci lascia perplessi”.