Quantcast

The Travel Bookshop, la libreria del film Notting Hill a rischio

A rischio chiusura la libreria The Travel Bookshop celebre per il film "Notting Hill"

La notizia è ufficiale. La libreria “The Travel Bookshop”, famosa per il celebre film Notting Hill rischia la chiusura. Nel corso del film, Hugh Grant e Julia Roberts si innamorarono proprio nella libreria in questione. La causa sembrerebbe legata a problemi familiari. I figli dell’attuale proprietario, infatti, non vogliono continuare l’attività del padre. Il messaggio, come di consueto uso di questi tempi, è stato trasmesso su Facebook dallo stesso proprietario Simon Gaul, il quale attualmente risiede in Francia : “Buon giorno a tutti: da oggi scattano le due settimane alla chiusura. Giorni tristi ma abbiamo ancora il sorriso sui nostri visi: Grazie per tutti i vostri messaggi”.

Ed è proprio dai social network che partono le proteste. La prima persona a creare una vera e propria campagna di protesta è stata al poetessa e giornalista Olivia Cole. La giornalista, tramite il social network Twitter ha iniziato a catturare compagni, tra cui Alec Baldwin e Richard Curtis, attori presenti nel cast del già menzionato film Notting Hill. La protesta diventa sempre più convincente, in quanto una libreria con 32 anni di età può considerarsi un pezzo di storia, ed è alquanto ingiusto eliminarla dal mercato. Purtroppo, però, sul lato economico le cose non vanno affatto bene. La libreria, infatti, ha debiti per circa 60.000 euro, una cifra veramente considerevole. Le speranze si concentrano sulla possibilità di trovare un nuovo proprietario, disposto a salvare la nota libreria ed eliminare i debiti accumulati. Si riuscirà nell’ardua impresa?

Riportiamo alcuni aggiornamenti online inerenti l’argomento.

Londra, a rischio chiusura la libreria del film ‘Notting Hill’
magazine.excite.it

Ricordate il film ‘Notting Hill’? Pellicola del 1999 in cui i protagonisti Hugh Grant e Julia Roberts si innamoravano tra gli scaffali della libreria ‘The Travel Bookshop’, vicina a Portobello Road a Londra. Ecco, adesso quella celebre libreria, specializzata nella letteratura da viaggio e nelle guide, rischia di chiudere. Dopo circa 32 anni.

L’appello di vip e scrittori: «Salvate la libreria di Notting Hill»
style.it

Il Traveller Bookshop non è solo una piccola libreria di viaggi. È un negozio storico di Londra, fondato nel 1979, un angolo magico immerso nel quartiere di Notting Hill. Ed è proprio per questa sua atmosfera unica che nel 1999 il regista Roger Michell scelse proprio il Traveller Bookshop come location per l’incontro tra Hugh Grant e Julia Roberts nel suo celebre film Notting Hill.

Ancora due settimane per salvare la libreria del film «Notting Hill»
corriere.it

MILANO – Rischia di scomparire la libreria di viaggi che fu teatro dell’amore cinematografico fra il timido libraio William Thacker (Hugh Grant) e la bella attrice Anna Scott (Julia Roberts) in Notting Hill. Se infatti non si troverà un compratore entro le prossime due settimane (il conto alla rovescia è iniziato lunedì 22 agosto), il celebre «Travel Bookshop», che fece da sfondo al film di Roger Michell del 1999, chiuderà per sempre i battenti, cancellando così un pezzo di storia del quartiere bom-chic di Londra. E’ stata la stessa libreria a dare il triste annuncio sulla propria pagina di Twitter e su Facebook.

La libreria di Notting Hill a rischio mobilitazione dei vip per salvarla
lastampa.it
Da sfondo di una storia d’amore di Hollywood a protagonista di una battaglia con l’appoggio di star del cinema e intellettuali. Il Travel Bookshop, la libreria dove lavorava Hugh Grant in Notting Hill rischia la chiusura e per salvarlo sono scesi in campo divi del grande schermo, poeti e scrittori.

Rischia di chiudere la libreria di «Notting Hill»
ilgiornale.it

L’ebook e le «applicazioni» decollano, e il terreno per loro più fertile è quello della letteratura di viaggio e delle guide. Consentono grazie agli smartphone di accedere a una realtà «aumentata», diventano baedeker animati. E a restar vittime del fenomeno, complice anche la crisi economica, sono spesso le librerie specializzate.

Ecco una breve scena del noto film.