Quantcast

Tim Roth rivela gli abusi subiti da parte del nonno

Il celebre attore Tim Roth ha deciso di confessare il suo passato di abusi subiti da parte del nonno, di cui è stato vittima anche suo padre. Durante un’intervista su The Guardian, infatti, l’attore ha condiviso un dettaglio della sua infanzia, parlando di “Zona di guerra” del 1999, suo debutto come regista. L’attore 55enne, protagonista di “Le iene” e “Pulp fiction”, ha rivelato che sia lui sia suo padre sono stati abusati da parte del nonno.

In passato Tim Roth aveva già parlato di questa triste storia, ma senza mai fare il nome del responsabile. Roth ha affermato nell’intervista: “Lui [riferendosi al padre] ha subìto abusi. Io ho subìto abusi. Ma non è stato lui ad abusare di me. Ho subìto abusi da parte della stessa persona che abusava di lui. Suo padre. Era un maledetto stupratore. Ma nessuno allora sapeva come chiamarlo. Nessuno sapeva cosa fare”.

L’attore ha confessato che per questo motivo ha realizzato il film “Zona di guerra”. Il lungometraggio racconta infatti la storia di un ragazzino che scopre che suo padre ha violentato sua sorella.