Quantcast

Tina Cipollari di Uomini e Donne rifarebbe Pechino Express

Tina Cipollari di Uomini e Donne è stata la protagonista assoluta dell’edizione 2016 del reality show di Raidue, Pechino Express. La vamp e il suo grande amico e scrittore Simone Di Matteo hanno formato la coppia degli #Spostati. L’ex tronista ed ex corteggiatrice di Uomini e Donne e il suo grande amico hanno rilasciato un’intervista a Tvzap in cui hanno parlato della loro avvincente ed entusiasmante avventura a Pechino Express.

Tina Cipollari e Simone Di Matteo - Foto: Instagram
Tina Cipollari e Simone Di Matteo – Foto: Instagram

La vamp di Uomini e Donne Tina Cipollari ha elogiato a Tvzap la sua amicizia con Simone Di Matteo: “Fidatevi, a paragone con gli altri concorrenti io sono una volpe. E poi non saremmo atletici, ma abbiamo dimostrato di essere resistenti fisicamente e di saperci adattare a qualsiasi situazione. Ormai manca poco, la finale è ad un passo e siamo convinti di poterla raggiungere. Poi vinca chi vinca, la nostra vittoria l’abbiamo già conquistata divertendoci, arrivando primi in diverse tappe, godendoci i bonus”.

Chi odiano per davvero? I #Socialisti. Perché? La vamp di Uomini e Donne ha rivelato: “Quell’umorismo da quattro soldi, sopra le righe, studiato a tavolino… Hanno studiato tutto già a casa per venir fuori bene, tutto il contrario di noi #Spostati. Non la reggo questa gente che ha la foga di apparire, tutti questi personaggini: nella gara ho trovato molti personaggi, ma poche persone vere: io quando sono caduta nella camminata sul vulcano e mi sono messa a ridere ero autentica, la gente se n’è accorta. Mi sarebbero stati sul cavolo anche se li avessi conosciuti al di fuori del programma… però dai sono giovani, gli auguro ogni bene”.

Tina e Simone hanno partecipato a Pechino Express e non ad altri reality show perché gli altri sono noiosi. “Mi ci vedi chiusa nella casa del Grande Fratello a non fare nulla e sopportare le altre persone? Non ce la farei – ha sentenziato l’opinionista storica di Uomini e Donne – Così come l’Isola, andrei contro la mia natura. A Pechino si viaggia, si conosce il mondo e si fa anche del bene. Non ho chiesto nessun permesso a Maria, semmai un consiglio come faccio spesso quando si tratta di tv. E lei era entusiasta: E’ il tuo programma, vai perché è un’esperienza fantastica che devi fare”. Simone Di Matteo ha aggiunto: “All’Isola e al GF non c’è libertà. Pechino è l’unico show che Tina avrebbe potuto mai fare, e l’unico che avrebbe potuto fare con me. Poi l’autore Cristiano Rinaldi raccontandocelo in modo appassionato ci ha fatto proprio innamorare del programma”.

Tina e Matteo rifarebbero subito e ad occhi chiusi Pechino Express. “Anche meglio – ha detto Tina Cipollari -, perché saremmo più preparati anche psicologicamente. Ho visto tante famiglie e bambini felici con poco, pochissimo. I loro occhi tranquilli e pieni di speranza, quando spesso i bambini in Italia sono capricciosi. E anche l’ospitalità, ci siamo chiesti spesso con Simone se noi avremmo fatto lo stesso, gratis per giunta… probabilmente no: per questo che io mi sdebitavo come potevo – ha proseguito -, lavavo i piatti e facevo un po’ di mestieri. Ho anche governato le galline una mattina. Quello che mi rimane del viaggio è soprattutto questo: le feste in paese, le case che ci accoglievano, gli incontri, gli abbracci con persone che probabilmente non rivedremo mai più. Sono tornata carica, piena di energie: Pechino fa bene alla salute!”.