Aresgate a Non è l’Arena: accuse contro Rosalinda Cannavò: “Seguace di un un santone”. Il video shock

Aresgate a Non è l’Arena di Massimo Giletti. Questa volta a finire sotto i riflettori e al centro delle polemiche è proprio la principale accusatrice, l’attrice Rosalinda Cannavò in arte Adua Del Vesco, che alcuni mesi fa aveva tirato in ballo il potente e celebre produttore televisivo, sceneggiatore e manager Alberto Tarallo nella Casa del Grande Fratello Vip 5. Ora un personaggio famoso a volto coperto ha parlato del rapporto tra Rosalinda e i due produttori, Alberto Tarallo e Teodosio Losito.

“Loro l’adoravano e la trattavano come una figlia – ha detto il vip con il volto coperto -, la riempivano di regali. Disse che a Messina le avevano rifatto male il seno e Losito l’ha portata a farlo nuovamente a Roma. Le hanno comprato una macchina, aveva momenti di nostalgia dei genitori anche se pare avesse un rapporto molto brutto con loro. Teodosio quindi le diceva cosa potesse fare per rallegrarla e lei diceva ‘non so mi piacerebbero delle scarpe, vestiti e una borsa’. Lui la portava a Parigi e si rifaceva il guardaroba completamente. Lei a me non ha mai convinto, una volta aveva delle espressioni diaboliche, altre volte angeliche, altre stava muta”.

Per poi aggiungere: “Hanno accusato Tarallo di essere Lucifero, hanno parlato di un mondo strano, misterioso, occulto. Poi si scopre che una fotografia ritrae Adua con una parlamentare italiana e un personaggio ambiguo, un santone su cui ci sono molte ombre e poche luci“.

Poi ha rilasciato dichiarazioni shock: “Probabilmente perché lei ha accusato altri di quello che faceva lei. Se uno dice che qualcuno è Satana tanto bene non sta. Addirittura i sabba, i riti satanici, io in quella villa ho visto solo persone tranquille e colte. Invece è lei che andava cercando i miracoli e le benedizioni strane. Anche nella foto si vede lei con Patrizia Marrocco e sappiamo tutti che lei frequentava quel santone e lei pure. Lei a un certo punto ha avuto il bisogno di far parte di una – chiamiamola – setta o diciamo seguace di un santone, diciamo quello che volete, ma era una cosa che ha del soprannaturale”.

Sotto ai riflettori a Non è l’Arena di Massimo Giletti è finita anche una parlamentare: “Lei è una persona importante è stata la compagna di Paolo Berlusconi, dopo essere stata la sua fidanzata è entrata alla Ares quella dell’AresGate, la società di Alberto Tarallo. Ecco che si intrecciano le storie di Patrizia Marrocco e Adua Del Vesco. Oggi questa donna è una deputata di Forza Italia, il partito di Silvio Berlusconi”.