“Barbara D’Urso e Maria De Filippi in galera per spaccio di demenza”, l’attacco di Scotto

Barbara D’Urso e Maria De Filippi devono finire in galera per spaccio di demenza”, l’attacco duro e forte del conduttore Pino Scotto ha scatenato un acceso dibattito sui social tra chi condivide la sua posizione e chi la contesta.

Il presentatore Pino Scotto ha rilasciato un’intervista al vetriolo a Rolling Stone in cui si è scagliato molto duramente contro le due famose e chiacchierate conduttrici di Mediaset.

Pino Scotto ha dichiarato senza peli sulla lingua: “Il problema sono le persone che le guardano, ‘ste str**zate. Come quelli che parlano, parlano e poi il programma di Barbara d’Urso è seguitissimo”.

Il 70enne cantautore e conduttore televisivo italiano, conosciuto per essere stato il frontman dei Vanadium e per la sua carriera solista e per essere stato il cantante dei Fire Trails e dei Pulsar, ha poi aggiunto: “La D’Urso e la De Filippi le metterei in galera per spaccio di demenza. Se torno in tv? Siccome continuavo a parlare male di X Factor, che era di Sky, alla fine ci hanno tagliato. Ora siamo su Facebook, tutti i martedì, alle 14:00 sul canale Rock TV Italy. Facciamo numeri molto più alti di prima”.

In precedenza Barbara D’Urso era stata duramente criticata da tantissimi personaggi famosi, da Giancarlo Magalli a Maurizio Costanzo fino a Lucio Presta, per la preghiera dell’Eterno riposo recitata dalla conduttrice tv campana con il leader della Lega Matteo Salvini in diretta tv a Live – Non è la D’Urso.

Redazione-iGossip