Chiara Ferragni esclusa dal Festival di Sanremo: è guerra aperta tra Codacons e UNC

Chiara Ferragni è stata esclusa dal Festival di Sanremo 2020 in seguito alle roventi e accese polemiche scatenate dal Codacons e dal popolo della Rete. Se da un lato l’Unione Nazionale dei Consumatori (UNL) si è schierata dalla parte della potente, ricca e influente fashion blogger e stilista, dall’altro il Codacons ha attaccato sia la moglie del rapper Fedez sia l’UNL.

Chiara Ferragni – Foto: Instagram

Amadeus avrebbe fortemente voluto la celebre fashion blogger al suo fianco come co-conduttrice a Sanremo 2020, ma ora dovrebbe puntare su un’altra sostituta: in pole ci sono Diletta Leotta e Vanessa Incontrada.

Il Codacons si è scagliato contro l’UNL dichiarando che “è davvero singolare che una associazione che dovrebbe difendere i consumatori difenda vip ed influencer, anche quando questi usano in modo scorretto i social network, e si prenda meriti che non ha, dal momento che solo il Codacons sta portando avanti in Italia la battaglia per il rispetto delle regole sul web, come dimostrano le tante denunce presentate ad Antitrust e Iap”. Il presidente Carlo Rienzi ha aggiunto: “Suggeriamo all’Unione Nazionale Consumatori di rivedere gli accordi che firma, e di prestare maggiore attenzione, dal momento che all’associazione e al suo ufficio stampa sono sfuggite, guarda caso, le tantissime foto su Instagram in cui la Ferragni pubblica a scopo commerciale l’immagine del proprio figlio con abiti griffati, in violazione delle norme che tutelano la privacy dei minori. Sarebbe interessante conoscere l’accordo siglato tra Unc e la società di Chiara Ferragni e che porta questa associazione a difendere l’influencer e non i diritti degli utenti”.

La replica della mamma vip di Leone Lucia non si è fatta attendere: “Dichiarazioni infondate e dal contenuto diffamatorio che screditano me e comunicano ai consumatori informazioni errate”. Ma il Codacons ha controreplicato: “Prima deve rimuovere dal proprio profilo Instagram tutte le foto del figlio, dimostrando di voler rispettare le leggi vigenti e la volontà di diventare un modello virtuoso per i giovani”.

Redazione-iGossip