Fabio e Mingo indagati per truffa, Striscia la notizia collabora con i pm

Fabio e Mingo indagati per truffa, Striscia la notizia collabora con i pm

Fabio e Mingo di Striscia la notizia sono seriamente nei guai! Dopo essere stati licenziati per email dal tg satirico di Canale 5, si è appreso che i due ormai ex inviati storici del programma ideato da Antonio Ricci sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Bari per il servizio truffa su un falso avvocato trasmesso nel 2013 che aveva prontamente allertato l’Ordine degli avvocati della Puglia. In realtà il falso avvocato è un attore e il servizio era una bufala colossale. Un vero e proprio attentato ai valori etici di Striscia la notizia che combatte da decenni contro truffe, soprusi e ingiustizie di ogni genere. Lo stesso dicasi per il servizio farsa sulla fantomatica cartomante sudamericana…

Dopo che agli inizi di aprile 2015 la sostituta procuratrice Isabella Ginefra aveva richiesto informazioni al tg satirico di Canale 5, Antonio Ricci aveva inviato a Bari il video integrale del servizio incriminato e al tempo stesso aveva avviato un’indagine interna che ha poi causato inizialmente la sospesione in diretta tv di Fabio e Mingo e poi la fine definitiva del rapporto di lavoro dopo ben 18 anni di servizi e tapiri d’oro alla pugliese (il provolone). Ma non è finita qui.

Rti e Antonio Ricci hanno poi depositato due denunce per truffa presso gli uffici giudiziari del capoluogo pugliese. Gli ex inviati di Striscia la notizia, Fabio e Mingo, hanno però rispedito le accuse al mittente, gettando nuove ombre sulla regolarità, trasparenza e veridicità dei servizi del tg satirico di Canale 5.

“Ci meravigliamo per il contenuto delle frasi riportate dal Gabibbo in trasmissione – hanno detto gli ex inviati tv Fabio e Mingo -, in quanto noi ci siamo sempre prodigati per rendere al meglio la nostra prestazione di attori nell’ambito dei servizi, prodotti esclusivamente nel rispetto delle precise indicazioni ricevute assecondando, sempre, gli autori del programma nella scelta e nelle modalità di esecuzione dei servizi stessi”. Frasi che rischiano di scatenare un vero e proprio polverone mediatico senza precedenti sul programma tv di Canale 5. Intanto Antonio Ricci ha avviato i casting per scegliere i nuovi inviati pugliesi, eredi di Fabio e Mingo.