Io sono Mia, Loredana Bertè esalta Serena Rossi: “In certe scene mi è sembrata Mimì”

Loredana Bertè ha elogiato ed esaltato la cantante e attrice Serena Rossi per aver interpretato magistralmente la compianta sorella Mimì nel film biografico Io sono Mia, che è stato trasmesso il 12 febbraio scorso in prima visione su Raiuno.

Loredana Bertè e Serena Rossi – Foto: Instagram

Il film biografico del 2019 è stato diretto da Riccardo Donna ed è stato interpretato da Serena Rossi, Lucia Mascino, Maurizio Lastrico ed è basato sulla vita della cantante Mia Martini. Il film è una produzione della Eliseo Fiction di Luca Barbareschi in collaborazione con Rai Fiction.

La celebre cantante Loredana Bertè ha dichiarato: “È stato un colpo al cuore vedere Serena Rossi nelle vesti di Mia. Lei ha preso delle cose specifiche di Mimì, che in pochi conoscevano: come si muoveva, i suoi scatti, la sua malinconia e il dolore che provava dentro ma che non dimostrava spesso. E’ stato impressionante: in certe scene mi è sembrata proprio Mia. Ora grazie a questo film Mimì rivive, anche se dentro di me e dentro il cuore dei suoi fan non è mai morta e mai lo sarà”.

La quarta classificata al Festival di Sanremo 2019 con la canzone Cosa vuoi da me ha confessato: “Ricordo con tristezza molti registi famosissimi di trasmissioni varie che non volevano assolutamente Mia Martini come ospite. Quando si faceva il suo nome partivano gli scongiuri. Quando uno di questi si decise a ingaggiarla uno degli ultimi fonici, un imbecille, si toccò le palle dicendo: ‘Speriamo che non caschi il teatro’. Era ridotta a questi termini. Tutti avevano il terrore quando arrivava lei… immaginate come poteva sentirsi Mimì. La sua voglia di fare musica era immensa, ma per 15 anni glielo hanno impedito. Chissà quanta altra musica e canzoni avrebbe potuto darci. Con questi signori ho ancora a che fare perché sono ancora vivi, ma quando ci incontriamo abbassano lo sguardo. E io non faccio mai le loro trasmissioni, mai, continuo a rifiutarle”.

Per poi concludere: “Chi organizzò quel Festival di Sanremo del 1989 non la voleva. Allora hanno dovuto stipulare un contratto segreto: questa persona doveva stare seduta in prima fila mentre Mimì cantava, così se il teatro fosse caduto come lui immaginava, sarebbe caduto sopra di lui. Il teatro non è caduto, non è successo niente, Mimì ha avuto un grande successo e Baudo si è dovuto arrendere all’evidenza”.

Leda Bertè boccia Serena Rossi

Leda Bertè non è affatto d’accordo con la sorella Loredana. In un’intervista rilasciata al settimanale di cronaca rosa Spy lo scorso mese ha asserito: “Sono convinta che questo film non rispecchi la verità sulla vita della mia famiglia e di Mimì… e poi ho intravisto la ragazza che la interpreta, Serena Rossi. Sarà pure brava a cantare, ma non ha niente a che vedere con Mia Martini, ovviamente”.

A distanza di decenni, Leda Bertè ancora cerca la verità sulle misteriose circostanze che hanno causato il decesso della sorella: “Io e Loredana abbiamo visto sul cadavere di nostra sorella dei lividi sia sulle braccia sia sulle gambe. Il che fa pensare a una discussione piuttosto violenta con qualcuno, forse con nostro padre a cui si era riavvicinata? Lui è sempre stato violento. E poi perché, subito dopo i funerali, senza dire niente a nessuno, lui ha fatto cremare il corpo? Devono ancora darmi delle spiegazioni”.

Redazione-iGossip