Live – Non è la D’Urso chiude in anticipo per il calo degli ascolti: rischia di non tornare in onda neanche a settembre

Live – Non è la D’Urso chiude in anticipo per il calo degli ascolti e rischia di non tornare in onda neanche a settembre. Doccia fredda per i fan di Barbara d’Urso. La notizia shock è stata diffusa dal sito di attualità e gossip Dagospia: “Dalle parti di Cologno Monzese il vento sembra essere molto cambiato da qualche tempo. Si starebbe studiando una soluzione per evitare di far passare la chiusura come una sonora bocciatura per Carmelita, come la chiamano i suoi fan. Promoveatur ut amoveatur?”.

Barbara d’Urso – Foto: Facebook

La chiusura del programma serale condotto è stata comunicata dal Comunicato Esecutivo di Mediaset, di cui fanno parte Piersilvio Berlusconi e Fedele Confalonieri, a Mauro Crippa, direttore generale per l’informazione Mediaset, estimatore da tempo del volto di Canale 5.

Dagospia ha aggiunto: “La trasmissione, che era stata rimpolpata – sul lato politico – dal lavoro dietro le quinte di Emanuela Fiorentino, vicedirettore di Videonews, Siria Magri moglie di Giovanni Toti, era nel mirino per gli ascolti spompi. Crippa a quel punto ha provato una difesa di sponda della trasmissione, con l’aiuto di Ta-rocco Casalino. Il porta-croce di Conte, ospitato nella puntata di domenica 21 febbraio, ha elogiato il programma decantandone addirittura il potere di influenza nei confronti dell’elettorato. Per la serie: quando nel salottino di Barbarie si criticavano i grillini, il M5s perdeva due punti nei sondaggi. Una casalinata d’alta scuola che non ha intortato i vertici Mediaset“.

Al posto di Live di Barbara d’Urso, dall’11 aprile arriverà in prime time con puntate speciali Avanti un altro di Paolo Bonolis. La chiusura anticipata potrebbe diventare definitiva? Il talk show, secondo Tvblog, potrebbe non tornare in onda nemmeno il prossimo settembre.

Il segretario nazionale del PD e governatore della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha difeso a spada tratta Barbara d’Urso e Live, scatenando l’ira e le reazioni piuttosto dure e sarcastiche di diversi personaggi famosi, tra cui Selvaggia Lucarelli e Luca Bizzarri.