Maria De Filippi contro Barbara d’Urso? Spuntano presunte diffide e clausole shock

Maria De Filippi contro Barbara d’Urso? Il caso di Pietro Delle Piane scoppiato a Live – Non è la D’Urso domenica scorsa sta scatenando come non mai la macchina del gossip. Come ben sapete la società produttrice di Temptation Island e Mediaset hanno deciso di adire le vie legali contro il fidanzato della showgirl ed ex gieffina vip Antonella Elia poiché domenica sera ha dichiarato in diretta tv: “Ma dai è uno show, non è la vita. Lì ho recitato un ruolo”. Questa frase ha scatenato un vero e proprio pandemonio a Mediaset.

Secondo Dagospia, Maria De Filippi starebbe seriamente prendendo in esame la possibilità di lasciare Mediaset: “Lo scivolone è l’ennesima goccia di un vaso pieno da tempo. Il malumore alla Fascino: cosa faranno i vertici del Biscione?”.

Sempre il sito di attualità e gossip diretto da Roberto D’Agostino aveva rilanciato il gossip qualche settimana fa: “Maria la Sanguinaria ha chiesto e ottenuto dal Biscione una clausola nel suo contratto che proibisse alla d’Urso di trattare i temi dei suoi programmi e di sfruttare i personaggi delle sue trasmissioni. Una separazione netta. Per la serie: resta pure nel tuo trash-salotto ma non mettere le mani sulla mia roba“.

Ora è DavideMaggio.it a rilanciare un’altra indiscrezione davvero fragorosa: “Ci risulta che, per anni, i produttori dei programmi della De Filippi abbiano avuto un confronto con i produttori degli show di Barbara D’Urso per evitare che gli ospiti dei salotti d’ursiani potessero ledere le trasmissioni della collega, cosa lamentata a più riprese da Fascino. La goccia che ha fatto traboccare il vaso arriva nel 2017 con un insistente chiacchiericcio passato inosservato a chi, ai piani più alti, doveva occuparsi di preservare i programmi della stessa azienda e controllare quanto trasmesso da un programma sotto testata giornalistica. Da circolo virtuoso a circolo vizioso – si continua a leggere su DavideMaggio.it -, insomma, e così Fascino ha inviato una diffida per evitare che si potesse screditare il lavoro del gruppo della De Filippi. Le strade fondamentalmente percorribili erano due: controllare quanto detto dagli opinionisti o, in alternativa, il silenzio per evitare il ripetersi di spiacevoli episodi. Da qui ha origine l’escalation che ha portato il fermo comunicato di stamane (ieri, ndr)”.

Continuate a seguirci per saperne di più su questa diatriba tutta interna a Mediaset e sulla vita pubblica e privata delle vostre star preferite!