Morgan e il manager di Bugo litigano a La vita in diretta: volano parole grosse

Morgan e il manager di Bugo hanno litigato ieri in diretta tv al programma La vita in diretta di Lorella Cuccarini e Alberto Matano. Il fuoco incrociato tra l’eccentrico e stravagante artista Marco Castoldi e l’entourage del cantautore Cristian Bugatti continua a tenere banco in tv e sulla stampa. Le polemiche non si placano.

Il manager dell’artista della canzone Sincero ha affrontato l’argomento durante la sua ospitata a La Vita in Diretta, dopo averne già parlato a Storie Italiane. Valerio Soave ha respinto tutte le accuse di Morgan.

L’ex giudice di X Factor ha subito chiamato in diretta per rilanciare: “Questo è un Festival iniziato con polemiche sui testi dei rapper, che hanno un linguaggio non accettabile. Ma loro non sono dei poeti e i loro testi non potrebbero essere pubblicati. Siccome io, invece, sono una persona che si esprime con il testo poetico, quello è il mio linguaggio, non una reazione violenta, né volgare. – ha detto – Ho solo espresso il mio pensiero. Io non ho fatto una cosa oltraggiosa, io mi sono espresso. Non è fuori dalle regole, è fuori dal regolamento. Ma un concorrente è libero di seguirlo o meno. Il regolamento del Festival non è una legge dello stato. Io sono un uomo di spettacolo, di palco, non di pace”.

CHI È BUGO? SCOPRI LA BIOGRAFIA, LA CARRIERA E LA VITA PRIVATA DEL CANTAUTORE E ATTORE

Morgan si è poi scagliato contro il manager di Bugo: “È complessa, si poteva arrivare a un rapporto sincero. L’amicizia, dopo 12 anni, è stata distrutta da Soave, che ha scelto di buttare la benzina sul fuoco, ma mi deve ringraziare perché Soave sta facendo il grano”.

LEGGI IL TESTO E GUARDA IL VIDEO DI SINCERO DI BUGO E MORGAN

Ma Valerio Soave ha risposto immediatamente alle accuse: “È tutto inventato, chi gli sta vicino lo porti a visitare. Lui sta inventando tutto… è tutta una favola. Morgan mi è costato 26mila euro, il soggiorno e tutto. Ho tutte le fatture. Si inventa tutto: lesioni, botte, insulti. È da curare”.

Il caso non finisce qui!

Redazione-iGossip