Morgan escluso da Sanremo 2021 va all’attacco di Amadeus: il suo amaro sfogo social

Morgan è stato escluso da Sanremo 2021 e non l’ha presa affatto bene. Il famoso e popolare cantautore milanese è andato all’attacco del conduttore e direttore artistico della kermesse canora nazional popolare, Amadeus. Diversamente, è andata molto meglio al suo ex amico vip, Bugo, che è nel cast dei Big in gara al Festival di Sanremo 2021 che andrà in onda dal 2 al 6 marzo su Raiuno.

Morgan – Foto: Facebook

Uno dei giudici, che avranno il compito di decidere chi saranno i 6 giovani tra i 10 che raggiungeranno il Teatro Ariston, è andato su tutte le furie. Morgan ha infatti scritto un lunghissimo post su Instagram in cui ha sfogato tutta la sua rabbia.

“All’indomani dell’annuncio della mia esclusione dalla gara del festival di Sanremo – ha esordito Marco Castoldi -, che battezzeremo ‘il pacco di Natale’, o ‘la balla di Mozart’, per via della goliardica motivazione annessa ufficiosamente, ovvero per ‘scelta artistica’, che scatena grande ilarita? in quanto parole proferite da chi artista non lo e? ma soprattutto non accompagnate da alcuna motivazione nel merito delle canzoni che sono state proposte, anche se cio? e? logico perche? tale commissione innanzi tutto non ha competenze in ambito musicale quindi non potrebbe argomentare ma soprattutto perche? credo che le canzoni non siano state ascoltate”.

E poi ancora: “Tutto questo e? decisamente comico. Infatti il mio buon umore mi ha fatto venire voglia di compiere a mia volta una scelta artistica ovvero di pubblicare gratuitamente un album inedito al pubblico che ha sete di musica, in questo caso si tratta del mio lavoro di riarrangiamenti e di interpretazione in chiave moderna del repertorio della musica dal periodo barocco di Vivaldi e Scarlatti fino all’impressionismo francese di Ravel e Satie, passando ovviamente per Bach e Beethoven che non devono mai mancare quando si tratta di scelte di grandi capolavori – ha concluso -, ma questo credo che uno che si chiama Amadeus lo sappia. O no? Che ridere”.