Pierluigi Diaco fatto fuori da Raiuno: “Come Salvo Sottile anche io non ho ricevuto nessuna comunicazione”

Pierluigi Diaco è stato fatto fuori da Raiuno. Il suo programma pomeridiano Io e te non si farà più. Da diverse settimane il conduttore è al centro di aspre polemiche. Lui ha commentato la vicenda con un tweet al vetriolo. Ora il suo profilo Twitter risulta cancellato.

Il caso Pierluigi Diaco

Dopo le critiche severe di Selvaggia Lucarelli e Mario Adinolfi, Pierluigi Diaco è finito al centro delle polemiche per il suo presunto caratteraccio e per una querelle con il giornalista e conduttore tv del programma di Rai1, La vita in direttaAlberto Matano. Qualcuno ha parlato di una vecchia querelle con tanto di sedia lanciata a Georgia Luzi ai tempi di UnoMattina Estate.  L’ex concorrente del Grande Fratello e figlia del celebre cantante Bobby Solo ha accusato Pierluigi Diaco di essere incoerente e di essere “l’esempio più brutto della televisione italiana”.

“Così come Salvo Sottile anche io non ricevuto nessuna comunicazione da parte di Rai1 sul mio futuro – ha esordito Pierluigi Diaco, prima di cancellare il suo profilo Twitter -. Sono stato io ad informare Stefano Coletta che, in mancanza di comunicazioni sul mio futuro, mi stavo muovendo per proporre una nuova idea ad un’altra rete Rai per il 2021. Fino al 4 settembre, giorno in cui concluderò la programmazione di Io e te su Rai1 – ha aggiunto -, non scriverò più nulla nemmeno per rispondere alla gratuite infamie che nei prossimi giorni sicuramente saranno nuovamente ospitate dentro questo ridicolo palcoscenico social. La vita è altrove”.

Nonostante la buona prova sul campo va fuori da I Fatti Vostri Roberta Morise per far posto a Samanta Togni. La showgirl calabrese, al centro del gossip per un presunto flirt con Ignazio Boschetto de Il Volo, potrebbe partecipare a Tale e Quale Show, condotto dal suo ex fidanzato Carlo Conti.

Il caso Salvo Sottile

Dopo l’esclusione eccellente di Lorella Cuccarini da La vita in diretta, è il turno anche di Salvo Sottile. “Mi manda Raitre è un programma che deve essere condotto da un giornalista del servizio pubblico, secondo me, un giornalista interno. Per me, è la scelta migliore. Ho scelto due valentissimi giornalisti (Federico Ruffo e Lidia Galeazzo, ndr) che meritano un’occasione”, ha spiegato Franco Di Mare cercando di giustificare così l’esclusione di Sottile.

“Io credo di avere fatto un programma che nella mattina di Rai3 è il secondo più visto, dopodiché se la condanna è essere un giornalista esterno e per questo devi essere messo da parte, allora tutti i giornalisti esterni che ci sono in Rai devono preoccuparsi, perché se si segue la logica di Di Mare presto verranno mandati via, no? Mi fa sorridere, io ho fatto ‘Mi Manda Rai3’ per cinque anni, a sentire Franco Di Mare sembra che chi non era interno non lo potesse fare. Abbiamo vinto un sacco di battaglie, aiutato un sacco di gente”, ha dichiarato il giornalista Salvo Sottile all’Adnkronos. Per poi concludere: “Io non credo che esistano giornalisti di serie A e di serie B, ci sono giornalisti del servizio pubblico che sono bravi e giornalisti che non sono interni alla Rai che sono altrettanto bravi. Io non farei questa distinzione tra buoni e cattivi. Ho fatto questo programma con buoni risultati”.

Redazione-iGossip