Selvaggia Lucarelli silura Massimo Giletti: “Somiglia a Barbara d’Urso più di quanto voglia ammettere”

Selvaggia Lucarelli silura Massimo Giletti e dice addio a Non è l’Arena. La scrittrice, giornalista e opinionista tv non apprezza più il suo modo di fare televisione. In un’intervista rilasciata a Davide Maggio, la giurata di Ballando con le stelle non risparmia critiche nei confronti del famoso conduttore tv.

Selvaggia Lucarelli non ha affatto apprezzato le interviste sdolcinati e pettinate di Massimo Giletti all’ex ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, e il modo in cui ha affrontato il tema caldo della pandemia da Covid-19 con Red Ronnie, Cecchi Paone, Nunzia De Girolamo e lo youtuber.

Selvaggia ha infatti spiegato: “Se tu parli di Covid con Red Ronnie, Cecchi Paone, Nunzia De Girolamo e lo youtuber che ci racconta come in Giappone abbiano trovato il farmaco che qui i poteri forti nascondono, io credo che sia un dovere rimanere a casa. L’ho detto molto chiaramente a Giletti: sta morendo la gente, non è tempo di ciarlatani e inadeguatezza, io non vengo”.

Non è l’Arena tornerà molto presto su La7, sempre in prima serata alla domenica sera: “Il modo in cui è stato trattato il padre dell’ex brigatista Federica Saraceni, le interviste pettinate a Salvini. Giletti ama contrapporsi pubblicamente ad alcune scelte televisive dursiane e per un po’ gli ho creduto, ma somiglia a Barbara d’Urso più di quanto voglia ammettere. Non è che un suo Red Ronnie invitato a dire che il Governo ha nascosto la pandemia sia tanto diverso da una d’Urso che invita Salvini a un confronto con Asia Argento e Iva Zanicchi”.

Selvaggia Lucarelli non metterà più piede a Non è l’Arena, ma sarà ospite fissa a Piazzapulita di Corrado Formigli sempre su La7.

Redazione-iGossip