Quantcast

Un’app ti indica se la moda è sostenibile

Sempre più spesso si sente parlare di moda etica, sostenibile, green… cosa significa? I consumatori sono sempre più attenti, anche e soprattutto quelli di capi di vestiario: vogliono sapere se un indumento è stato realizzato in modo sostenibile, se i lavoratori che lo hanno prodotto sono stati tutelati, se le materie prime sono green e di qualità… e così via.

Da oggi, per sapere se un abito è sostenibile ci pensa un’app, dal titolo Good on you. La risposta è immediata, e il consumatore può acquistare un capo senza dubbi. Basta inserire il marchio del capo di abbigliamento, per visualizzare il rating, ovvero il punteggio, in materia di condizioni di lavoro, inquinamento, trattamento degli animali, e per valutare il livello di sostenibilità dell’azienda che ha prodotto il vestito.

Per i fruitori australiani la questione sembra cruciale: se un abito non è sostenibile, meglio non comprarlo. Da noi questa sensibilità è ancora limitata a un piccolo gruppo di persone, ma si sta estendendo a macchia d’olio. Finché i brand non rendono tracciabile e trasparente la loro filiera, noi consumatori dobbiamo affidarci alla ricerca sul web e ad app come queste…

Good on you è uno strumento di lettura facile e immediato, che costruisce i propri standard di valutazione mettendo insieme e confrontando ricerche di enti di certificazione e associazioni non governative. L’app, inoltre, se il capo che avete identificato è poco etico, vi suggerisce capi simili ma di altri marchi, magari più sostenibili.