Luigi Mastroianni attacca Sara Affi Fella: “Non le è mai importato nulla di me”

Luigi Mastroianni ha attaccato la sua ex fidanzata Sara Affi Fella a Uomini e Donne Magazine, perché non le è mai importato nulla di lui. I due personaggi di Uomini e Donne si sono lasciati molto presto: solamente un mese dopo la scelta.

Luigi Mastroianni – Foto: Facebook

Dopo la fine della loro liaison lampo, l’ex tronista Sara Affi Fella e l’ex corteggiatore Luigi Mastroianni si stanno lanciando reciproche accuse a mezzo stampa.

“La storia tra me e Sara Affi Fella non è mai iniziata realmente – ha confessato Mastroianni – Subito dopo la scelta abbiamo trascorso 48 ore insieme. Due giorni in cui abbiamo dormito in camere separate, su richiesta di Sara. Lei mi ha fatto capire tra le righe che non voleva passare la notte insieme a me. Tralasciando la nostra intimità e i tempi che ciascuno vuole aspettare, e che io rispetto, non comprendevo perché non potessimo almeno dormire insieme. Già da lì, forse, avrei dovuto capire quale piega avrebbe preso questo rapporto”.

L’ex corteggiatore ha continuato: “Sara è sempre stata molto distante. Io mi davo da fare in tutti i modi per vederla, mentre lei no. Aveva un atteggiamento disinteressato e forzato. Oggi penso che fin dal primo giorno non le sia mai importato nulla di me come non le importava di Lorenzo Riccardi. Tutte le volte che la invitavo a Catania faceva la vaga o inventava mille scuse. Aveva paura dell’aereo, ma poi per andare ad Ibiza non ci aveva pensato due volte a prenderlo”.

Luigi ha raccontato che i litigi sono stati molti, il primo dei quali in occasione dell’evento di inaugurazione della stagione estiva del mio locale: “Sara non è venuta. Mi ha detto che nel pomeriggio doveva andare a Brescia in ospedale dalla nonna, ma il mio evento era di notte e così mi ha detto che era stanca. Volere è potere: Giordano Mazzocchi e Nilufar Addati hanno preso un aereo last minute alle 22 pur di non mancare. Tutte le volte che ci rimanevo male, lei si giustificava cambiando le carte in tavola. Poi, nelle poche occasioni in cui ci siamo visti, ogni volta mi diceva di voler andare a dormire entro l’una di notte perché era stanca o il giorno dopo aveva da fare”.

Luigi ha giustificato così il suo temporeggiare prima di prendere posizione: “Ero troppo coinvolto per capire la verità. Dopo ogni discussione mi diceva che le cose sarebbero cambiate e volevo crederle. Ho iniziato persino a pensare di essere io l’esagerato. Ma la verità è che a lei di me non importava nulla. Ha scelto solo per portare a termine il percorso, ma senza nessun sentimento. Neanche quando sono stato male di salute ci siamo sentiti: lei l’ha scoperto più avanti. Nel frattempo pensava a divertirsi a Ibiza”. Per poi continuare: “Sara non mi ha mai dato la certezza di essere la mia ragazza. Non mi sono mai sentito sicuro. Mi diceva che non mi aveva promesso niente, che non era innamorata di me. Mentre era a Ibiza le ho chiesto un confronto perché ero stufo ed è tornata dalla Spagna dicendo che stava male, ma non ci siamo comunque incontrati”.

Ha parlato poi dell’incontro a Venafro: “Sono salito in macchina, mi sono fatto 200 km e sono andato a parlarle. Davanti a me ho trovato una persona fredda. Mi ha chiesto di riprovarci ancora una volta, ma non capivo che senso avesse continuare con questa farsa. Quando le ho esposto di nuovo i miei dubbi mi ha risposto: “Ah vabbè, io con uno che non mi vuole non ci sto!”.

Perché allora l’ex tronista voleva riprovarci? “Sara ha paura di passare dalla parte della carnefice – ha detto l’ex corteggiatore – Da quell’incontro, infatti, ha iniziato a sparare a zero sulla mia persona, a dirmi che io volevo il trono. Vuole scaricare tutte le colpe su di me. Peccato che quando giorni fa le ho detto di essere innamorato di lei, di tutta risposta ha attaccato il telefono. Ci siamo poi sentiti ma non è più possibile parlare senza discutere. Nei giorni scorsi mi ha mandato una foto di un messaggio che le ha scritto in privato Lorenzo sotto una sua Stories con la nonna, dicendomi che nonostante tutto lo faceva per correttezza. Io le ho detto che mi dispiaceva per quello che ci eravamo detti ma lei non ne ha voluto sapere”.

Poi ha lanciato una frecciata al veleno: “Mi sono innamorato della donna sbagliata, Sara è una grande delusione. Ora parlo da uomo arrabbiato e offeso, mi sento preso in giro. Lei mi recrimina che sono poco presente telefonicamente, io invece ho fatto cose concrete: ho preso casa a Roma non solo per lavoro o studio ma per avvicinarmi a lei e questo lei non lo ha capito. Quando l’ha saputo si è arrabbiata perché non ha apprezzato che io la volessi stupire. Io l’ho informata a fatti compiuti e Sara si è risentita”.