Marcelo Fuentes e Sofia Bruscoli: è amore!

 

Marcelo Fuentes e Sofia Bruscoli fanno da qualche tempo coppia fissa e sembrano essere più innamorati che mai. In un’intervista al settimanale DiPiù il bel tronista di Uomini e Donne ha raccontato il suo amore per Sofia e i suoi progetti per il futuro.

“Stiamo insieme da sei mesi e mezzo e sono innamorato perso” racconta Marcelo felice “Nella vita ho sempre fatto il ‘duro’, aspettando che le donne venissero da me. Invece per Sofia sono cambiato: ho tirato fuori il mio lato sensibile, migliore, perché la volevo e l’ho corteggiata fino a conquistarla.”

“Una volta insieme, poi, ho lottato quando la gente invidiosa ricordava a Sofia la mia fama di tronista e a lei cominciavano a venire i dubbi sul nostro rapporto. E anche se Sofia ha ventiquattro anni, quattordici meno di me, con lei sogno una famiglia” dice

“Oggi sono veramente innamorato  mi dispiace per le mie ex” poi racconta “E’ stato difficilissimo conquistarla all’inizio lei si rifiutava di darmi una possibilità perché ero un tronista”.

“Mi conosceva di ‘fama’ ” spiega “da quando ero stato a ‘Uomini e Donne’. E aveva un pregiudizio: tra corteggiatrici e fans, sapeva che avevo molte donne intorno, e questo mi rendeva inaffidabile ai suoi occhi. E poi c’è anche dell’altro”. spiega ancora “Veniamo da due mondi differenti – lei non lascia nulla all’improvvisazione, studia, sta portando avanti con caparbietà la sua carriera di conduttrice e attrice in Rai.”

“E’ una ragazza precisa. Io invece suono la chitarra a orecchio, canto perché sono portato, e dopo l’esperienza a ‘Uomini e Donne’, lavoro facendo le serate nelle discoteche. Non proprio l’uomo che, secondo lei, poteva darle delle sicurezze. Dunque per conquistarla ho dovuto scalare le montagne”.

Anche dopo l’inizio della storia le cose sono state difficili “Vivevamo la nostra storia  ma lei era continuamente messa in guardia dai presunti ‘amici’ del nostro ambiente, che le dicevano di lasciarmi stare, che ero inaffidabile e che l’avrei danneggiata. Così la vedevo mutare di colpo, diventava silenziosa, strana” spiega “Una volta, dopo una cena con questi amici, che si erano dimostrati anche simpatici con me, lei è scoppiata a piangere, dicendomi quello che le avevano detto sul mi conto.”

“Io l’ho rassicurata: ‘E’ l’invidia. Tutti vedono quanto siamo felici insieme, e questo dà fastidio’, le ho detto. Così, piano piano, tirando fuori una parte di me dolce e protettiva, una parte che non avevo portato allo scoperto con nessun’altra donna, sono riuscito a rassicurarla. Spesso ho pensato di alzarmi e di andarmene, ma ogni volta l’amore per lei era più forte di quel senso di umiliazione.”

Di Valentina Vanzini