Soleil Sorgé risponde alle accuse del cognato Gianmarco Onestini

Soleil Sorgé ha risposto alle accuse del cognato Gianmarco Onestini poiché alcuni giorni fa aveva espresso un giudizio negativo nei suoi confronti in quanto era stata sorpresa in auto in compagnia dell’ex rivale in amore di Luca Onestini, Gianmarco Cartasegna.

Soleil Sorgé – Foto: Instagram

L’opinionista di Pomeriggio 5 Soleil Sorgé ha dichiarato: “Siamo in un mondo pieno zeppo di vigliacchi. Prima di affrettarvi a trarre le vostre conclusioni, io proverei a basarmi sui fatti e guardare il mondo con occhi diversi. Oggi ho anche deciso di tralasciare la mia educazione e il mio estremo senso di privacy per mettere i puntini sulle i su situazioni che mi stanno dando fastidio. Non mi appartiene assolutamente condividere lati della mia vita privata o dare giustificazioni a persone che non ne fanno parte – ha proseguito l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne -, però forse è ora che io inizi a dare delle lezioni ad alcune persone”.

La compagna dell’ex tronista e gieffino Luca Onestini si è poi scagliata contro il cognato: “A te che per prevenire di essere infangato se la realtà venisse fuori, mi denigri, denigri la consapevolezza di tuo fratello (che mi conosce e avrebbe solo riso di certa gente), mettendomi in cattiva luce per…? Per poter diminuire la tua spesa di follower? O per farti inquadrare in un altro programma? O per rimorchiare altre ragazze come fossero animali? Al tuo contrario, non avrei mai tradito te né tuo fratello in alcun modo, e dato che riesco a comunicare con te solo attraverso social e discorsi preparati, posso solo dirti che spero che un giorno capirai il significato di famiglia”.

L’opinionista di Pomeriggio 5 ha attaccato anche Federica Benincà, ex di Cartasegna: “A te, amica a cui ho sempre portato rispetto, e dicendoti tutto con trasparenza e senza malizia. Prima mi ringrazi per averlo detto e poi pubblichi video ‘mettendo i puntini sulle i’. Mi pento solo di aver creduto nell’amicizia. E mi chiedo perché il confronto privato non sia stato scelto come avrei fatto io. Ma d’altronde non tutti ci basiamo sugli stessi principi. Mediterò per voi così che possiate iniziare ad avere una luce propria – ha sottolineato Soleil – Senza il bisogno di ricorrere al gossip per farvi nominare e senza essere costretti a comprare o elemosinare followers per cibare la vostra autostima. Senza il bisogno di tradire amici o famiglia per un po’ di attenzione e cavalcare le sofferenza altrui per sentirvi, per un attimo, in potere della vostra stessa vita”.