Quantcast

Usi alternativi del pennello a lingua di gatto

Abbiamo imparato che i pennelli trucco declinano la loro diversa forma a una funzione specifica per rendere il make-up impeccabile. Quanto ne sappiamo del pennello a lingua di gatto?

Pennello trucco- foto bottegaverde.it

Ogni pennello trucco svolge una funzione specifica come il pennello Kabuki per il fondotinta in polvere, il pennello piccolo e piatto per l’ombretto o il pennello tondo e morbido per le sfumature.

Chiaramente è possibile sfruttare il pennello anche per usi secondari in modo da perfezionare il make-up di volta in volta.

Un esempio lampante è rappresentato dal pennello angolato perfetto per riempire le sopracciglia, stendere l’ombretto in prossimità delle ciglia e applicare l’eyeliner in gel.

Anche il pennello a lingua di gatto si presenta come un pennello adatto alla stesura del fondotinta che può essere utilizzato in modo alternativo.

Pennello a lingua di gatto

Il pennello a lingua di gatto viene utilizzato per applicare il fondotinta liquido o in crema in modo uniforme sul viso.

Le setole sintetiche dalla superficie liscia, infatti, agevolano l’applicazione del fondotinta sul viso in modo omogeneo, ma senza eccessi antiestetici.

Il modo migliore per usare il pennello a lingua di gatto è prelevare la quantità di fondotinta che occorre direttamente dal dorso della mano, una tecnica che permette di regolarsi molto meglio con la quantità del prodotto rispetto a chi segna piccoli punti sul viso.

Cipria

Il pennello a lingua di gatto può essere utilizzato per applicare la cipria con movimenti completamente diversi rispetti a quelli usati per stendere il fondotinta sul viso.

L’uso del pennello a lingua di gatto per la cipria risolve il problema della stesura del cosmetico che vede nel pennello grande apposito il suo più grande nemico.

Sembra incredibile ma il pennello per la cipria rischia di spostare il fondotinta applicato e rovinare la base del trucco.

Molto spesso i make-up artist consigliano di applicare la cipria tamponandola e non sfumandola sul viso, un consiglio che trova nel pennello a lingua di gatto un valido alleato.

Basta lavare il pennello per eliminare i residui di fondotinta, asciugarlo per bene e passare all’applicazione della cipria: prelevare la cipria, passare il pennello sul viso picchiettando sulle zone più critiche (fronte, dorso del naso e mento) e fare attenzione a non rovinare la base.

Il piccolo trick sul pennello a lingua di gatto consente di sfruttare l’accessorio di make-up in modo alternativo e creare un trucco davvero impeccabile.