Quantcast

Valentina Pizzale finisce ai domiciliari dopo l’accusa di stalking nei confronti di Ettore Francesco Sequi

Valentina Pizzale è finita ai domiciliari dopo l’accusa di stalking nei confronti dell’ambasciatore e attuale capo di gabinetto degli Esteri, Ettore Francesco Sequi. Lei, 41 anni, e lui, 63, avrebbero avuto una lunga storia, andata avanti per tanto tempo e, semplicemente, la donna non voleva che finisse nel nulla.

Valentina Pizzale si spacciava per un’autrice e sceneggiatrice Rai, ma da Viale Mazzini hanno smentito tutto: “Non è titolare di un rapporto di lavoro stabile con l’azienda. In passato ha svolto collaborazioni saltuarie e limitate al ruolo di claquer (persona del pubblico pagata per applaudire durante le trasmissioni, ndr) e non di sceneggiatrice – precisa una nota -. Dal gennaio 2019 non ha più alcun tipo di collaborazione con Rai”.

Già denunciata in passato e con un primo processo in procinto di aprirsi, la donna ha continuato a compiere insistenti e reiterati atti persecutori nei confronti dell’uomo. A chiedere la misura cautelare, disposta dal gip, è stata la Procura di Roma dopo l’integrazione di querela aggiornata quasi in tempo reale presentata da Sequi.

“Non ho perseguitato e vessato nessuno. La nostra è stata una lunga storia, andata avanti per tanto tempo e non volevo finisse”, si è difesa la donna davanti agli inquirenti che l’hanno interrogata dopo l’arresto.