Quantcast

Valentina Sampaio rivela: “Siamo transgender, ma prima di tutto semplici esseri umani come gli altri”

Valentina Sampaio è una giovane modella e neo attrice transgender. Ha recitato per la prima volta nel film “Berenice procura”, che è stato proiettato sabato 21 luglio allo Spazio Oberdan di Milano durante la settima edizione del festival Agenda Brasil, promosso dall’Associazione Vagaluna (17-22 luglio).

Valentina Sampaio – Foto: Facebook

Com’è iniziata la sua carriera di modella? “Da piccola volevo fare l’artista – ha confessato Valentina a Vogue.it – Disegnavo abiti e sognavo di diventare stilista. Quando poi mi sono iscritta alla facoltà di moda, alcuni addetti ai lavori mi hanno notato, proponendomi i primi ingaggi come modella. Non è stato facile: mi sono dovuta confrontare con molti pregiudizi, ma non ho rinunciato. E con molto orgoglio, oggi sono qui”.

Poi ha parlato dei pregiudizi e dei numerosi trans uccisi nella sua terra, il Brasile. “È triste, ma è la realtà di oggi – ha spiegato Valentina Sampaio a Vogue.it – Ci stiamo battendo per un mondo più giusto. Penso che, seppur molto lentamente, stiamo facendo passi avanti. Per esempio, l’Organizzazione mondiale della salute ha di recente tolto la transessualità dalla lista delle malattie: assurdo che non fosse stato fatto prima. È una grande vittoria per la popolazione trans di tutto il mondo. Era ora che fossimo alleviati dalla pena di dover rientrare il questa classificazione vergognosa per una condizione che invece è del tutto naturale. Siamo transgender – ha proseguito -, ma prima di tutto semplici esseri umani come gli altri. Alla fine dei conti, solo le corrette informazioni e il rispetto saranno in grado di debellare ogni pregiudizio. I pregiudizi, appunto: non sono ormai fuori moda?”.