Quantcast

Woody Allen misogino con l’ossessione per le minorenni: spuntano gli archivi privati del divo

Woody Allen misogino con l’ossessione per le minorenni: spuntano gli archivi privati del celebre umorista dell’epoca contemporanea nonchè punto di riferimento della commedia americana moderna. Il Washington Post ha svelato il contenuto di 56 scatole di scritti personali del famoso e geniale regista donati alla Princeton University.

Woody Allen – Foto: Wikipedia.org

Richard Morgan, freelance di New York, ha raccontato al Washington Post: “Ho visto la sua carriera da vicino, le bozze e i suoi scarabocchi, le 56 scatole di archivi personali che il regista (82 anni) ha tempo ha donato alla Princeton University. Le sue idee ruotano intorno a il concetto di uomo lascivo e della sua bellissima conquista. Su questo si basano i suoi film (da 24 nomination agli Oscar), e la sua carriera. Le sue sceneggiature aderiscono in modo quasi religioso a un’unica formula: una relazione sull’orlo del fallimento che entra nel caos a causa di un estraneo, quasi sempre una giovane donna irresistibile”. Per poi aggiungere: “Quella di Allen è un’ossessione per giovani donne e ragazze”.

In una finta intervista il vincitore di numerosi Premi Oscar ha parlato dell’attrice Jane Margolin, interprete di Io e Annie del 1977 e ancora prima Prendi i soldi e scappa. «A volte dovevo fare sesso con lei per avere una performance decente sul set. Lo facevo, ma per me era solo lavoro», ha scritto Woody parlando dell’attrice, morta nel 1993. E poi ha parlato anche dell’ex modella e socialite spagnola Nati Abascal, con Allen in Il dittatore dello stato libero di Bananas: «Le ho chiesto se sapesse recitare, io ho allungato la mano verso la sua coscia mentre discutevamo dello spettacolo ma lei mi ha bloccato. Abbiamo firmato il contratto ma non prima di averle parlato dell’obbligo sessuale che faceva parte del lavoro di ogni attrice che ha lavorato con me».

Il famoso regista, sceneggiatore, attore, comico, clarinettista, compositore, scrittore e commediografo statunitense era stato accusato di violenza sessuale dalla figliastra Dylan negli anni ’90, prima di sposare l’altra figliastra Soon-Yi.