Quantcast

Wounds: trama, significato del film, trailer e cosa sapere

Wounds è un film diretto da Babak Anvari del 2019 che continua a lasciare aperte parecchie domande, soprattutto riguardo il finale a dir poco spiazzante. Scopriamone di più!

Armie Hammer e Dakota Johnson in Wounds- foto instagram.com

Il regista di Under The Shadow – L’ombra della paura ha diretto il film Wounds, presentato al Sundance Film Festival a gennaio 2019 e poi distribuito sulle piattaforme di streaming.

Tuttavia, nonostante siano passati alcuni anni, lo spettatore resta spiazzato dalla trama e completamente disorientato dal finale.

Per capire fino in fondo il film horror firmato dal regista anglo-iraniano sarebbe meglio approfondire alcuni aspetti importanti.

Wounds, la trama

Will è un barman in un locale di New Orleans che, una sera, si ritrova a gestire un gruppo di ragazzi troppo giovani per bere mentre sono presenti una coppia di amici e un suo amico di nome Eric. Nonostante le apparenze, decide di versare da bere ai ragazzi quando uno di loro gli mostra un documento.

La serata prende una brutta piega quando Eric viene coinvolto in una rissa e viene ferito sul volto. L’intervento di Jeffrey, fidanzato di Alicia, evita il peggio. Quello che nessuno ha notato è che il gruppo di ragazzi ha filmato tutto, prima di scappare via all’arrivo della polizia.

Dopo il trambusto, Will ritrova un cellulare dei ragazzini dimenticato al bar e prova a interagire in una chat di gruppo per segnalare la cosa. Tuttavia scopre le immagini di teste smembrate e corpi in decomposizione.

Da quel momento in poi Will inizia a soffrire di allucinazioni di scarafaggi, eccessi di carne e cadaveri e subisce la pressione dei ragazzini, oltre a dover gestire l’insistenza della sua fidanzata Carrie, che vorrebbe fargli consegnare il telefonino alla polizia. Per di più il suo amico Eric rifiuta di andare in ospedale a far controllare la ferita sul volto (che nel frattempo peggiora).

Alla fine Will decide di consegnare il cellulare alla polizia, ma i ragazzi lo intralciano e lo seguono in auto. Durante la fuga, però, l’uomo vive altre allucinazioni e finisce per avere un incidente. Il trambusto permette ai ragazzi di riprendere il cellulare.

La perdita del telefonino non ferma Will che decide di andare alla polizia mentre Carrie prova a cercare informazioni su un antico rito descritto in una sequela di libri intitolati “La translazione delle ferite”. Lì trova una delle foto presenti sul cellulare e da quel momento inizia ad avere strane allucinazioni anche lei.

La vita di WIll cambia: beve sempre di più, costringe Alicia ad avere un rapporto con lui e continua ad avere allucinazioni. Proprio in una di queste, incontra il fantasma di Garrett (uno dei ragazzini) e scopre che il gruppo ha evocato un essere che vuole impossessarsi di lui.

Il giorno dopo Jeffrey scopre quanto accaduto tra l’amico e la sua fidanzata e fa una scenata al bar che provoca un’altra rissa. Poco dopo, Will riceve delle foto dal cellulare di Carrie in cui sembra morta e lascia tutto per tornare a casa, ma non vede nulla di strano. La mattina dopo, decide di lasciare la fidanzata e andare via, ma Carrie sembra impassibile. Soltanto dopo scoppia a piangere.

Will raggiunge il bar per bere, ma si scontra con la titolare e si licenzia. Così va da Eric e gli chiede ospitalità, ma nota che l’amico è terrorizzato. Poco dopo, scopre che l’amico ha il telefonino dei ragazzi ed è stato lui ad inviargli gli ultimi messaggi nei quali si faceva accenno a un dono per lui. All’improvviso il telefonino squilla e un messaggio li avverte che c’è il regalo di Will è avvolto dalla carne. A questo punto, l’uomo decide di aprire la bocca di Eric, ma viene inondato da uno sciame di scarafaggi.

Il film termina così ma, poco prima di chiudere completamente, si vede un piccolo mostro uscire dalla faccia di Eric ed entrare nella bocca di Will.

Wounds: Significato

Scarafaggi- foto youtube.com

Per comprendere il film possiamo partire dalla spiegazione del regista: “Will non trova davvero alcun riscatto alla fine di Wounds. Lui è portatore di una discreta dose di mascolinità tossica. Nasconde qualcosa di veramente superficiale e vuoto. Il giorno che si imbatte in questo telefono cellulare, questo incantesimo si spezza. Mentre la sua vita va a rotoli, quella maschera inizia a scivolare via ed espone il suo vero Io”.

D’altronde il personaggio interpretato da Armie Hammer è un esempio di virtù: sembra abbia tradito la fidanzata (Dakota Johnson) più volte in passato e si comporta in modo crudele nei suoi confronti. È un uomo tormentato divorato da un vuoto che prova a colmare con gli eventi. Tuttavia non approfitta della situazione per redimersi e lascia che un mostro riempi il suo vuoto.

Più concretamente, Will vuole scoprire il suo regalo “avvolto nella carne”, vale a dire il mostro dentro Eric. Eppure il mostro potrebbe non essere dentro l’amico, visto che viene spiegato che le ferite rappresentano dei portali per “connettersi con gli esseri superiori”.

Il mostro che si impossessa di Will non viene definito, ma in molti pensano sia un Eone (con un’accezione negativa preannunciata dallo sciame di scarafaggi), cioè una entità che permette di comunicare con un’entità superiore inconoscibile concepita dallo gnosticismo (rifiuto del mondo materiale a favore del mondo spirituale).

In realtà il film è ricco di indizi sotto forma di scarafaggi che, quindi, rappresentano la connessione con l’Eone. Sono lì quando Will ci prova con Alicia (Zazie Beetz) o litiga con Carrie e sono presenti quando l’uomo arriva a casa di Eric.

I ragazzi riescono ad evocare l’Eone attraverso i rituali del dark web che prevedono l’uso della carne viva, come per esempio le ferite (che diventano anche portali per il nostro mondo). Tuttavia questa entità riesce a prendere il controllo di Will perché il protagonista è un involucro vuoto. Ora la sua esistenza ha un senso.