Quantcast

X Factor, è morto Cranio Randagio. Si cercano gli spacciatori

È giallo per la morte avvenuta a Roma del rapper Vittorio Bos Andrei, 22 anni, meglio conosciuto con il nome d’arte di Cranio Randagio. Il ragazzo è stato trovato morto, nella notte tra sabato e domenica, in via Anneo Lucano, alla Balduina, a casa di un amico dopo una notte di festa. Circostanze della morte ancora tutte da chiarire, anche se gli inquirenti stanno già battendo alcune piste.

Cranio Randagio

Vittorio aveva partecipato l’anno scorso come rapper a X Factor, ed era stato scelto per la squadra di Mika. Secondo alcune fonti, si starebbero già cercando gli spacciatori che avrebbero fornito droga al ragazzo, quindi si presume che sia morto a causa di questa, ma non c’è ancora nulla di certo.

Il ragazzo era anche molto amico di Giosada, vincitore della scorsa edizione del talent di Sky. Molti i video e le foto che li immortalavano insieme: «L’unica cosa che va ricordata di te è che eri un animo buono, un animo raro», ha scritto Giosada su Instagram. Solo l’autopsia, nei prossimi giorni, potrà chiarire se Vittorio è morto per un mix di droghe e alcol o per un’anomalia cardiaca congenita, mentre gli agenti continuano a raccogliere le testimonianze degli amici che erano con lui. Vittorio stava lavorando al suo primo album, 06-02-Crescere. Un album che sarebbe dovuto uscire a breve…