Quantcast

Zombie Boy si è ucciso: il dolore di Lady Gaga per la morte del 32enne modello supertatuato

Zombie Boy si è ucciso. Il 32enne modello canadese più tatuato al mondo Rick Genest  soffriva di depressione da diversi anni. Grazie a suoi numerosi tatuaggi era entrato nel Guinness dei primati raggiungendo il record di tattoo raffiguranti insetti e il record di tatuaggi raffiguranti ossa. Aveva il 90% del suo corpo tatuato, con immagini che lo facevano sembrare un cadavere. Di recente, anche grazie al suo look così eccentrico, aveva sfilato su alcune delle più importanti passerelle del mondo. Fra qualche giorno avrebbe compiuto 33 anni.

Zombie Boy – Foto: Facebook

Prima del suicidio, Rick Genest aveva scritto un post emblematico e tragico al tempo stesso sul suo profilo Instagram.

Zombie Boy: l’ultimo post social del modello

o Damballa

ecco che ululiamo sopra le stelle
noi anima gettiamo giù il pozzo di pietra
come il fuoco tra due destini
della maggior parte dei rettili meno drastici
ogni respiro taglia il ghiaccio mentre la carne viene pesata
di fronte alle vecchie e strette porte della morte
dove audace e spudorato ultima cassa riti

attenti al nostro desiderio di pazzia
profondo da noi
le nostre preghiere ci siamo baciati
così severo e freddo
su gusci di metallo
rilasciare al chiaro di luna

Zombie Boy

Zombie Boy morto: il dolore di Lady Gaga


Il modello canadese pluritatuato e la celebre popstar italo-americana Lady Gaga erano molto amici e avevano collaborato anche a livello lavorativo nel video di Born This Way. La famosa e amata cantautrice statunitense Stefani Joanne Angelina Germanotta ha espresso tutto il suo dolore per la morte del 32enne modello supertatuato sui suoi profili social. Personalmente impegnata nella lotta per la prevenzione del suicidio, la grande protagonista del Gay Pride 2018 di New York ha scritto su Twitter: «Il suicidio del mio amico Rick Genest, Zombie Boy, è più che devastante. Dobbiamo lavorare di più per cambiare la nostra cultura, per dare risalto alla salute mentale e per cancellare lo stigma che dice che non ne possiamo parlare ad alta voce. Se stai soffrendo, chiama un amico o un famigliare oggi. Dobbiamo salvarci a vicenda. La scienza ci dice che ci vogliono 21 giorni per formare un’abitudine – ha proseguito GaGa – Se stai soffrendo per problemi di salute mentale, oggi è il primo giorno o la continuazione del lavoro che stai facendo. Chiedi aiuto se provi dolore o se conosci qualcuno, chiedi aiuto per loro».