Festival di Cannes 2020: Spike Lee sarà il presidente di giuria

Spike Lee sarà il prossimo presidente di giuria del Festival del Cinema di Cannes 2020 in programma dal 12 al 23 maggio.

Spike Lee- foto pingvin.pro

Il regista americano è il primo afroamericano a occupare il ruolo di presidente di giuria della prestigiosa kermesse francese.

“Quando sono stato chiamato, non potevo crederci, ero felice, sorpreso e orgoglioso allo stesso tempo – ha detto il filmmaker – Sono onorato di essere la prima persona della diaspora africana negli Stati Uniti ad assumere questa funzione”.

In effetti la nomina arriva un po’ a sorpresa per il regista 62 enne, considerando il rapporto un po’ burrascoso con il Festival di Cannes.

Quando il regista non vinse la Palma d’Oro per il suo Fa’ la cosa giusta criticò aspramente il presidente della giuria, il regista tedesco Wim Wenders.

Lee ha presentato ben sette film alla croisette: Lola Darling del 1986, Fa’ la cosa giusta del 1989, Jungle Fever del 1991, Girl 6 – Sesso in linea del 1996, Summer of Sam – Panico a New York del 1999, Ten Minutes Older: We Wuz Robbed del 2002 e BlackKklansman del 2018.

A proposito della nomina, invece, il presidente Pierre Lescure e il direttore artistico Thierry Frémaux hanno dichiarato: “La prospettiva di Spike Lee ha più valore che mai. Cannes è dimora naturale e cassa di risonanza globale per coloro che risvegliano le menti e danno uno scossone ai pregiudizi. La personalità fulminante di Spike Lee scuoterà gli animi. Che tipo di Presidente sarà? Lo scoprirete a Cannes!”.

Myriam