Indiana Jones 5: Steven Spielberg lascia la regia

Non c’è pace per Indiana Jones 5. Steven Spielberg rinuncia alla regia del quinto capitolo della saga, lasciando il progetto nelle mani di James Mangold.

Indiana Jones – foto ign.com

La notizia dell’abbandono della direzione del quinto capitolo di Indiana Jones da parte di Steven Spielberg riportata da Variety ha sconvolto i fan, soprattutto perché ciò potrebbe portare a cambiamenti radicali.

Tra le ipotesi più accreditate c’è il modo di concepire la saga di Steven Spielberg. Per lui Indiana Jones e l’ultima crociata è la giusta conclusione delle avventure del famoso archeologo.

Per questo al regista dei precedenti film potrebbe succedere James Mangold, il cineasta dietro Logan – The Wolverine, Le Mans ’66 – La Grande Sfida e Ford vs Ferrari.

In ogni caso non ci sarebbe dietro alcun problema irrisolto, visto che Spielberg rimarrà nel ruolo di produttore della pellicola, assicurando una certa continuità al nuovo capitolo.

In più il regista ha dichiarato: “Voglio dare a un nuovo regista e una nuova generazione la possibilità di poter dare la propria prospettiva alla storia in questo film”.

Se da un lato questo passaggio di testimone potrebbe far slittare ancora la data di uscita prevista per il 10 luglio 2021, dall’altro lato invece Harrison Ford sembra prontissimo a vestire i panni dell’archeologo.

L’attore ha interpretato Indiana Jones ne I predatori dell’arca perduta del 1981, Il tempio Maledetto del 1984, Indiana Jones e l’ultima crociata del 1989 e Il regno del teschio di cristallo del 2008.

Myriam