Venezia 2020, confermate le date dell’evento

La 77 esima edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica si svolgerà come da programma a Venezia dal 2 al 12 settembre 2020.

Leone d’oro- foto haberler.com

La macchina organizzativa del Festival del Cinema di Venezia non si ferma a causa dell’emergenza Coronavirus, ma intende lavorare in tale direzione per garantire misure di sicurezza adeguate.

Questo significa che dovremmo aspettarci un’edizione molto diversa all’insegna di distanziamento sociale, mascherine, ingressi controllati e videoconferenze.

A parlare della kermesse cinematografica è stato Roberto Cicutto, presidente della Biennale di Venezia subentrato a Paolo Baratta.

“Ci siamo dati una deadline a fine maggio. Vogliamo a tutti i costi essere pronti – ha detto Cicutto all’Ansa – Stiamo facendo simulazioni sulla giornata-tipo. I supporti online saranno importanti per la stampa internazionale, ma metteremo tutto in una proposta che verificheremo con i produttori. Dovremo attendere di sapere le condizioni da rispettare, non abbiamo una palla di vetro”

 “Credo che il festival debba godere di una extraterritorialità rispetto alle misure di sicurezza, un segnale che poi possa estendersi in altre sale – ha continuato –  Altre iniziative credo possano trovare luogo con un contingentamento delle presenze in sala, e Venezia potrà essere un grande laboratorio. Un conto è gestire 6-7 luoghi circoscritti, un conto sono migliaia di sale nel territorio nazionale».

Il direttore artistico Alberto Barbera ha fatto eco alle parole del presidente: “Sarà per forza sperimentale. Ci sarà sicuramente l’uso di mascherine e distanziamento sociale. Si dovrà per forza di cose ridurre il numero di accesso in sala degli spettatori e probabilmente anche il numero stesso degli accreditati”.

Myriam