Giuseppe Iaciofano si racconta a iGossip: intervista allo stilista di Gianco Handmade

Giuseppe Iaciofano è il fondatore e fashion designer della maison di moda Gianco Handmade. Il 28enne stilista originario di Isernia si è trasferito da alcuni anni a Londra per affermarsi e raggiungere i suoi obiettivi professionali e creativi. Iaciofano ha rilasciato un’intervista al nostro sito iGossip.it in cui ha parlato di moda, vita privata, lotta contro l’omofobia e tanto altro ancora.

Giuseppe Iaciofano – Foto: iGossip.it

Giuseppe Iaciofano e la moda

Cosa pensi del fenomeno dell’anoressia nel mondo della moda?

Nel mondo della moda il dramma dell’anoressia è ormai sempre più diffuso e le pubblicità non sembrano aiutare: cartelloni pubblicitari per strada, riviste e réclame in TV non fanno altro che evidenziare un concetto di forma fisica spesso distorto che, molto spesso, induce i ragazzi e le ragazze a rifiutare anche solo l’idea del cibo! Viviamo in un’era di stereotipi, ma al marketing, ed è qui che la differenza viene fuori, non importa chi sei o come sei ma l’importante è avere una propria identità.

Da dove trai ispirazione per i tuoi look e per il tuo brand di abbigliamento?

Prendo ispirazione dai miei viaggi, dalla mia vita quotidiana e dalle piccole emozioni che la vita mi regala ogni giorno. Guardo sempre al futuro, ma il passato fa sempre parte del presente.

Giuseppe Iaciofano con una modella – Foto: Instagram

Qual è la cosa più bizzarra che hai fatto in materia di bellezza?

La bellezza per me non esiste, perché è soggettiva e non possiamo fare a meno di giudicarla dal nostro gusto.

Sei single o fidanzato?

Sono fidanzato da due anni e mezzo.

Com’è nata la tua storia d’amore?

È nata per caso… da un semplice sguardo. Entro in questo negozio e inizio a chiedere informazioni per un prodotto. Vedo questo ragazzo dagli occhi azzurri con un bellissimo sorriso e gli chiedo molte informazioni riguardo un prodotto e anche sulla sua vita. Sono andato per due settimane, tutti i giorni. L’ho seguito per tre giorni in tutto quello che faceva per sapere dove viveva e cosa faceva. Ero diventato un’ossessione per lui, perché non ricevevo da parte sua un feedback. Così gli lascio il mio numero. Lui mi chiama dopo una settimana e da lì non ci siamo mai più lasciati. Dopo quattro mesi iniziamo a vivere insieme e il nostro legame cresce sempre di più con alti e bassi, ma tutto si supera sempre quando il sentimento e la passione sono forti.

Sogni il matrimonio?

Il matrimonio? Bella domanda… credo nel legame reciproco, nei valori che una coppia può dare e ricevere. Il matrimonio è soltanto una pratica legale.

Giuseppe Iaciofano bacia il compagno Spencer – Foto: Instagram

Adotteresti un bambino?

In questo momento no. Non è uno dei miei progetti. Ho 5 nipoti e questo mi basta (sorride, ndr).

Che cosa pensi dell’omofobia e del razzismo?

Credo che l’omofobia sia molto diffusa, ma tollerata e coperta da un velo sottile di ipocrisia e ignoranza. La maggior parte delle volte siamo aggrediti da omofobi anche per il semplice fatto che vedono due uomini mano nella mano, ma la colpa è legata al fatto che non hanno educazione. Quello che raccomando ai genitori delle attuali e future generazioni è di educare i figli nel rispetto reciproco e a non giudicare solo dall’apparenza. Il razzismo credo che sia legato negli ultimi tempi alla “emergenza immigrati”. Molti non vogliono integrarsi in un sistema di educazione, civiltà e rispetto. Il razzismo nasce sempre da una non educazione e dalla paura di essere diverso da ciò che è tutto apparentemente “normale”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Giancohandmade (@giancohandmade) in data: