Prodotti beauty multiuso: usi alternativi del correttore

Il correttore è un alleato di make-up davvero immancabile per riuscire a eliminare le imperfezioni in modo rapido e veloce senza compromettere il risultato finale della base viso. Eppure molte beauty addicted ignorano i vari usi alternativi del correttore. Quali?

Prodotti beauty multiuso: usi alternativi del correttore- foto glamanddesignyola.com

L’alleato beauty nasconde un potenziale inespresso che viene spesso ignorato a favore del suo uso più conosciuto ossia quello di coprire macchie, brufoletti e piccole imperfezioni.

Il correttore può essere usato per migliorare il trucco occhi, perfezionare il trucco labbra, sostituire l’illuminante e più in generale rimpiazzare l’uso di altri prodotti.

Usi alternativi del correttore

Come usare il prodotto di make-up in modo inedito? Quali sono gli usi alternativi del correttore che i make-up artist custodiscono gelosamente?

Sopracciglia

Il correttore può schiarire le sopracciglia quasi con un effetto ossigenato prelevando una piccola quantità con lo scovolino per mascara pulito, coprendo i peletti e mettendoli in ordine con un gel trasparente.

È possibile usare il correttore per definire le sopracciglia e conferire un aspetto molto più riposato e rilassato. Come? Basta mettere il correttore su un pennello a punta e ridefinire tutto il perimetro delle sopracciglia.

Pieghette e secchezza

La combinazione di correttore e burro cacao viene utilizzata per stemperare i correttori più pastosi, secchi e coprenti che rischiano di accentuare tutti i segni di espressione.

Tutto quello che bisogna fare è mettere il correttore usando l’anulare per non usare troppo prodotto o esercitare troppa pressione sulla zona perioculare e sfumarlo con un burro cacao trasparente non unto.

Il risultato è un’applicazione priva di stacchi netti e uno strato protettivo contro il freddo e la secchezza cutanea.

Strobing

Il correttore può diventare l’asso nella manica delle beauty addicted che intendono ricreare un effetto strobing naturale e delicato.

È sufficiente mescolare il correttore con un po’ di ombretto perlato di tonalità chiara (panna o champagne) e applicare il composto per illuminare zigomi, dorso del naso e arco di cupido, proprio come si farebbe con la tecnica strobing.

Il mix inedito conferirà un effetto discreto che riflette semplicemente la luce piuttosto che illuminare il viso.

In questo caso il correttore può essere usato normalmente per coprire discromie e brufoletti vari picchiettandolo con una spugnetta trucco leggermente inumidita.

Rossetto nude

Mescolare il correttore e lip gloss è un segreto dei make-up artist intenti a schiarire il colore e modulare la nuance a proprio piacimento per ottenere la sfumatura più adatta all’incarnato e al make-up.

Il risultato esalta le labbra con un effetto più opaco e chiaro rispetto alla texture del rossetto indossato, arricchendo il trucco labbra di un accento elegante e raffinato.

È possibile definire e valorizzare ulteriormente il colore del rossetto scelto semplicemente usando un correttore di colore chiaro e brillante attorno al contorno labbra prima del rossetto e sfumandolo con un pennellino verso l’esterno.

Ombretto

Il correttore può trasformarsi in un ottimo primer per ombretto. Come? Tutto quello che bisogna fare è applicare un po’ di correttore lungo la palpebra mobile per donare un colore luminoso e uniforme che esalta anche gli ombretti più chiari e allungando la tenuta del make-up occhi.

Myriam