9 cose da sapere su Tin Tan

Tin Tan è stato un attore, comico, ballerino e cantante messicano diventato famoso per il “pachuco” negli anni ’40. Scopriamo 9 cose da sapere su Tin Tan!

Tin Tan- foto mx.shotoe.com

Forse qualcuno lo avrà scoperto con il doodle che Google gli ha dedicato in occasione dell’anniversario della sua nascita, ma la vita e la carriera di Tin Tan sono tutte da scoprire.

Non ci resta che scoprire 9 cose da sapere su Tin Tan e farci un’idea su uno dei personaggi messicani più apprezzati del cinema.

Inizi

Germán Valdés, alias Tin Tan, è nato a Città del Messico il 19 settembre 1915 e ha mosso i suoi primi passi nel mondo come speaker nella redazione di un’emittente radiofonica locale.

Tutto cambiò quando imitò un collega con il quale lavorava abitualmente, ignaro del fatto che i microfoni fossero accesi. La sua comicità fu esplosiva.

Da quel momento in poi, Germán Valdés venne promosso a primo speaker e ottenne uno spazio tutto suo in cui dare vita ai suoi sketch.

Nome d’arte

La ricerca del nome d’arte fu tutt’altro che semplice, ma Tin Tan non è stata la sua prima scelta (anzi non ne era affatto contento).

All’inizio scelse di chiamarsi Topillo (“imbroglione” nello slang messicano), ma prese in considerazione il nome Tin Tan dietro suggerimento di un suo amico. Di fatto era un suono molto più melodioso.

In realtà l’artista non apprezzò subito la proposta dell’amico, tuttavia decise di usarlo a causa dell’assenza di alternative valide.

Pachuco

Tin Tan e il pachuco. Alcuni messicani arrivati negli Stati Uniti aderirono alla sottocultura resa celebre dall’attore e comico.

Chi è il pachuco? È un messicano immigrato negli Stati Uniti vestito di tutto punto con abiti a vita alta, giacche lunghe e cappelli piumati e poco elegante nei modi.

I film di Tin Tan hanno avuto il merito di trasformare l’immagine del pachuco in stile gangster in un personaggio di grande comicità.

Tra l’altro l’attore interpretava personaggi che parlavano una lingua a metà strada tra l’inglese e lo spagnolo, simile all’attuale spanglish.

Riconoscimento

Tin Tan ha conquistato il pubblico, ma non è riuscito a farsi apprezzare fino in fondo né dalla critica né dell’industria cinematografica.

Il riconoscimento più importante ottenuto durante la sua attività è stata la Medalla Virginia Fábregas per i 25 anni di servizio dall’Associación de Actores de México. Per fortuna il tempo gli ha reso giustizia.

Film

Tin Tan recitò in tantissimi film, ma il suo debutto al cinema avvenne con la pellicola Hotel de verano del 1944.

Da quel momento in poi non si fermò più: El hijo desobediente (1945), Song of Mexico (1945), Hay muertos que no hacen ruido (1946), Con la música por dentro (1947),  El niño perdido (1947), Músico, poeta y loco (1948), Calabacitas tiernas (1949), Soy charro de Levita (1949) e No me defiendas compadre (1949).

Negli anni ’50 lavorò a El rey del barrio (1950), La Marca del zorrillo (1950), También de dolor se canta (1950), Simbad el Mareado (1950), El revoltoso (1951), ¡Ay amor… cómo me has puesto! (1951), ¡¡¡Mátenme porque me muero!!! (1951), Cuando las mujeres mandan (1951), El ceniciento (1952), El bello durmiente (1952), El mariachi desconocido (1953), El Vizconde de Montecristo (1954), Los lios de Barba Azul (1955), El médico de las locas (1956), El gato sin botas (1957), Los tres mosqueteros y medio (1957), Refifí entre las mujeres (1958) e Vagabundo y millonario (1959).

Negli anni ’60 fu impegnato con La casa del terror (1960), Una estrella y dos estrellados (1960), El pandillero (1961), ¡Suicídate, mi amor! (1961), Pilotos de la muerte (1962), El tesoro del rey Salomón (1963), Face of the Screaming Werewolf (1964), Los fantasmas burlones (1965), Loco por ellas ,(1966), Seis días para morir (1967) e Duelo en El Dorado (1969).

Nell’ultimo periodo di attività lavorò a El capitán Mantarraya (1970), El ogro (1971), Chanoc contra el tigre y el vampiro (1972), Las tarántulas (1973), La disputa (1974), La mafia amarilla (1975) e Noche de muerte (1975).

Oltre all’impegno come interprete, Tin Tan sperimentò anche la sceneggiatura, la regia e la produzione  di alcuni film. Tra le sue prove da regista ricordiamo film El Capitán Mantarraya.

Doppiaggio

La Disney scelse Tin Tan per doppiare in spagnolo due celebri pellicole: Il libro della giungla nel 1967 e Gli Aristogatti nel 1970.

Nel primo film l’attore doppiò l’orso Baloo mentre nel secondo film prestò la voce al gatto Romeo, guadagnando consensi in entrambe le prove da doppiatore.

Canzoni

Non solo attore e doppiatore, ma anche cantante. Tin Tan diede prova delle due doti canore in moltissimi dei suoi film.

Per chi non lo sapesse, l’attore compose molte delle canzoni che hanno reso irripetibili alcune scene dei suoi film. Qualche esempio? Dalila e La cancion de monstruo.

Duo comico

Tin Tan non lavorò sempre da solo. Il comico si esibì con alcuni comici durante la sua carriera, ma Marcelo Chávez è sicuramente il partener con cui legò di più.

Solitamente all’interno del comico Tin Tan cantava i mentre Marcelo Chávez lo accompagnava suonando la chitarra.

Morte

Tin Tan morì il 27 giugno del 1973 a Città del Messico, all’età di 57 anni, a causa di un’epatite degenerata in un cancro. La situazione si aggravò quando l’attore andò in coma epatico.

Myriam