The Conjuring 3 sarà diverso. Parola di David Leslie Johnson-McGoldrick

The Conjuring 3 darà una svolta inaspettata al franchise horror, destabilizzando il pubblico con una formula diversa da quella vista nei precedenti capitoli.

The Conjuring 2- foto pinterest.ca

Lo sceneggiatore David Leslie Johnson-McGoldrick ha assicurato che il nuovo capitolo di The Conjuring sarò diverso, un po’ perché ispirato a un fatto realmente accaduto e un po’ perché non vanterà la regia di James Wan.

Il regista dei primi due capitoli sarà coinvolto nel progetto nel ruolo di co-sceneggiatore e produttore mentre Michael Chaves si occuperà della regia di The Conjuring: Per ordine del diavolo?.

Al centro della trama  ci sarà il processo per omicidio contro Arne Cheyenne Johnson, l’uomo accusato di aver assassinato il suo padrone di casa Alan Bono nel 1981.

L’uomo confessò il crimine, ma sostenne di  averlo fatto perché posseduto da un demone durante il dibattimento in tribunale.

A lanciare la notizia è stato proprio David Leslie Johnson-McGoldrick rispondendo alla domanda di un fan su Twitter.

“ È un film completamente differente rispetto ai primi due. Il franchise si sta espandendo oltre la formula della ‘casa stregata’”.

In The Conjuring 3, quindi, Vera Farmiga e Patrick Wilson nei panni di Lorraine e Ed Warren torneranno a investigare su eventi paranormali svincolandosi dal format delle presenze oscure casalinghe.

Insomma non ci resta che attendere l’uscita del film targato Warner Bros. Pictures e New Line Cinema il prossimo 11 settembre 2020.

Myriam