Alessio Lo Passo di Uomini e Donne in carcere: parla la sua addetta stampa Laura Gorini [INTERVISTA]

Alessio Lo Passo di Uomini e Donne è in carcere dal 22 aprile scorso in seguito a una condanna in via definitiva a 3 anni per un’estorsione nei confronti di un chirurgo estetico nel 2014. La notizia shock dell’arresto dell’ex corteggiatore ed ex tronista di Uomini e Donne Alessio Lo Passo ha colto tutti di sorpresa. Noi di IGOSSIP.it abbiamo contattato la sua addetta stampa: la scrittrice, poetessa e direttrice artistica di numerosi eventi Laura Gorini. Ecco l’intervista social all’addetta stampa dei personaggi famosi del jet set italiano sul caso Alessio Lo Passo.

Alessio Lo Passo con Laura Gorini

Che cosa hai pensato quando hai saputo dell’arresto di Alessio Lo Passo?

Quando l’ho saputo mi trovavo a Lonato del Garda, in compagnia del mio fidanzato Damiano. Ho appreso la notizia da Internet, leggendo alcuni articoli. Sono rimasta sconvolta e non ti nascondo di essere scoppiata in lacrime dopo aver compreso che tutto ciò non era un brutto sogno ma un’amara verità. Fortunatamente – come ti ho già accennato poco fa – accanto a me c’era il mio compagno a confortarmi, ma pure lui – pur non conoscendo Alessio di persona, ma sapendo quanto sia importante per me – è rimasto sotto shock. La prima cosa che ho fatto, prima di finire la lettura di tutti gli articoli che ho trovato su Google, è stata quella di chiamare i miei genitori ai quali sono legatissima. Sono rimasti sconvolti anche loro. Sai, mi ha fatto male, malissimo leggere quella terribile notizia. Ma soprattutto mi ha fatto male, malissimo sapere che non avrei più potuto comunicare con Alessio da quell’istante in poi tramite telefono o via chat, ma solo in maniera epistolare. Sì, io ho inviato una mia prima lunga lettera in carcere a lui a distanza di una settimana dalla sua incarcerazione. Io sono sinceramente preoccupata per lui. So che è un ragazzo molto buono, sensibile e anche fragile. Sono sicura che in questo momento ha bisogno più che mai di sentire l’affetto delle persone che gli vogliono davvero bene. Attenzione, che vogliono bene a lui e non al personaggio mediatico! E io sicuramente posso annoverarmi tra queste poche, pochissime persone, insieme a una manciata di amici intimi che ha conosciuto prima del successo, e ai membri della sua famiglia che lui – il caro Alessio – ama tantissimo. A loro mando un forte abbraccio ricco d’affetto, di speranza e d’amore. Tuttavia la maggior parte delle persone – e non mi vergogno a dirlo – amano il tronista. E queste sono certa che ora si siano date alla macchia e che magari hanno pure cancellato dai loro telefoni e dalle loro pagine social alcuni scatti con lui. Non per nulla alcune di loro, che si dichiaravano tanto amiche sia mie sia sue, quando io le ho chiamate per parlare dell’accaduto  si sono inventate impegni su impegni pur di non parlarne e non mi hanno più richiamata. Eh certo: Alessio a loro serviva solo per finire sui blog e sui giornali per farsi pubblicità e ora che è in difficoltà, concedimi questo termine, non vogliono neanche sentirlo nominare. Complimenti!

Hai avuto modo di incontrare Alessio in carcere?

Purtroppo ancora no, ma non ti nascondo che vorrei tanto farlo e non è detto che presto non lo faccia. Da parte mia ci sta tutta la volontà di farlo, credimi. Per me lui è un fratello, ovviamente non di sangue, ma di vita anche se non ci frequentavamo molto. Io – pur essendo di professione addetta stampa oltre che di Alessio, anche di svariati personaggi del mondo dello spettacolo – non amo la movida e in particolare frequentare locali e discoteche. In realtà ho visto Alessio poche volte, ma quelle volte mi sono bastate per volergli bene. Ma bene davvero e in maniera pulita. Il nostro era ed è tuttora un rapporto di amicizia fraterna e profonda che molta gente ha cercato di distruggere. Gente che non sa che cosa significa l’autentico significato della parola amicizia. Ma – se dopo circa 6 anni – io e Alessio siamo ancora amici e ci vogliamo bene, un motivo ci sarà, no?

Quale messaggio vuoi inviare ad Alessio e ai suoi fan?

Inizio con il messaggio per i suoi fan, dicendo loro: “A tutti voi chiedo di stargli vicino e – se ve la sentite – di scrivergli qualche lettera o qualche biglietto”. Sono sicura che ricevere qualche pensiero fatto con il cuore dai propri fan lo renderebbe felice. Ad Alessio, oltre a tutto quello che gli scrivo privatamente in alcune lettere (la prima è già stata inviata, la seconda e la terza le invierò a giorni), voglio dire che – per quel che vale – io ci sono. Ci sono come ci sono sempre stata nei momenti ricchi di luce e in quelli più bui. Ci sono stata quando mi sono sentita in dovere di tirargli bonariamente le orecchie sia in veste di addetta stampa sia di sorella maggiore. Ci sono stata quando era felice per una storia d’amore e quando ha sofferto per la sua fine. E se ci sono stata è perché so – dentro di me – che anche lui in realtà c’è sempre stato per me. E soprattutto perché so che il bene fraterno non può mai finire “Come l’acqua dentro il mare”…

Che cosa rispondi a coloro che dicono che Alessio Lo Passo ha voluto seguire le orme di Fabrizio Corona?

Rispondo che Alessio in realtà non ha voluto seguire le orme di nessuno, per quel che lo conosco io. Lui ha sempre cercato di seguire il suo cuore, un cuore grande e pieno d’amore da dare e da ricevere. Un cuore che è stato fin troppe volte letteralmente massacrato da finti amici e da alcune donne che non hanno saputo riconoscere la sua vera bellezza che non risiede nel suo aspetto fisico, ma nella sua anima. Ti voglio bene Alessio.

Redazione-iGossip