Tutto quello che c’è sa sapere sul tonico viso

La skincare routine risulta essenziale per rimuovere tracce di trucco e imperfezioni e per prendersi cura della pelle. Oggi guardiamo più da vicino il tonico viso!

Tonico- foto lifesavvy.com

Le make-up addicted più attente sanno benissimo come struccarsi in modo corretto prima di andare a dormire e tutti gli errori dello struccaggio.

Eppure accade sempre più spesso che il tonico venga escluso dalla skincare, riducendo le possibilità di liberarsi di tutte le impurità residue, ristabilire il PH della pelle e chiudere i pori.

L’importanza del tonico viso

Il tonico viso è molto lontano dall’essere un prodotto inutile, nonostante la sua composizione liquida e trasparente.

È un prodotto che elimina le tracce di trucco e impurità varie sfuggite allo struccante, restituisce acidità al PH della pelle messa a dura prova dal trantran e chiude i pori della pelle.

Per capire fino in fondo la sua funzione basta passare un dischetto imbevuto di tonico viso e osservare quanto sporco elimina ancora.

A rendere tutto più funzionale e sicuro è stato il passaggio da formulazioni semplici a base di alcol (aggressive e dannose per la pelle) a soluzioni con principi attivi adatti a ogni tipo di pelle.

E così, dai tonici idratanti ai tonici sebo equilibranti fino ad arrivare ai tonici lenivi, questo prodotto sta conquistando nuovamente il posto che merita nella beauty routine.

Come si usa?

Il tonico viso è stato dimenticato da molte make-up addicted, un po’ per inesperienza e un po’ per i dubbi riguardanti la sua modalità d’uso.

La prima cosa da sapere è che il tonico viso non va eliminato sciacquando il viso dopo l’applicazione perché così facendo non si lascerebbero agire i principi attivi.

Non può essere usato come struccante, visto che deve essere applicato dopo aver eliminato le tracce di trucco e aver lavato il viso. Attenzione a metterlo prima di procedere con il siero o la crema viso.

In caso di skincare completa, poi, deve essere applicato dopo la detersione e lo scrub, ma rigorosamente prima della maschera viso.

Per quanto riguarda l’applicazione vera e propria, invece, è sufficiente versare un po’ di tonico su un dischetto o sulle mani e tamponare il prodotto su tutto il viso.

Un tonico per ogni tipo di pelle

Il mercato di riferimento offre una vasta proposta di tonici viso, da quelli per pelle grassa a quelli per pelle secca passando per i prodotti per pelle mista. Ognuna è pronta a soddisfare le esigenze della pelle.

È meglio optare per soluzioni astringenti con capacità “non comedogene” e sostanze sebo regolatrici in caso di pelle grassa e prodotti con principi attivi idratanti e lenitivi per gestire la sensazione di “pelle che tira” in caso di pelle secca.

La pelle mista, invece, merita un discorso a parte in quanto combina le caratteristiche della pelle grassa e della pelle secca. È meglio capire il tratto prevalente e poi scegliere la soluzione migliore.

In commercio è possibile trovare anche tonici con acidi dalle proprietà esfolianti che promettono una pelle liscia e compatta, ma è sempre meglio prestare attenzione. Si rischia di rovinare la pelle a tal punto da avere zone irritate e macchie.

Myriam